1. EVENU SHALOM

RIT. Evenu shalom alechem, evenu shalom alechem
evenu shalom alechem, evenu shalom shalom
shalom alechem.

1. E sia la pace con voi,
e sia la pace con voi e sia la pace con voi,
evenu shalom shalom shalom alechem.

2. Diciamo pace al mondo,
cantiamo pace al mondo
la nostra vita sia gioiosa, e il mio saluto
“pace” giunga fino a voi.
2. PACE SIA, PACE A VOI (Gen)

RIT. Pace sia, pace a voi,
la tua pace sarà
sulla terra com’è nei cieli.
Pace sia, pace a voi,
la tua pace sarà
gioia nei nostri occhi, nei cuori.
Pace sia, pace a voi,
la tua pace sarà
luce limpida nei pensieri.
Pace sia, pace a voi,
la tua pace
sarà una casa per tutti.

1. “Pace a voi”: sia il tuo dono visibile.
”Pace a voi”: la tua eredità.
”Pace a voi”: come un canto all’unisono
che sale dalle nostre città.

2. “Pace a voi”: sia un’impronta nei secoli.
”Pace a voi”: segno d’unità.
”Pace a voi”: sia l’abbraccio tra i popoli,
la tua promessa all’umanità.
3. SU ALI D’AQUILA (Salmo 90)

1. Tu che abiti al riparo del Signore
e che dimori alla Sua ombra di’ al Signore:
“Mio rifugio, mia roccia in cui confido”.

RIT. E ti rialzerà, ti solleverà su ali d’aquila,
ti reggerà sulla brezza dell’alba ti farà brillar come il sole,
così nelle sue mani vivrai.

2. Dal laccio del cacciatore ti libererà
e dalla carestia che distrugge.
Poi ti coprirà con le sue ali e rifugio troverai.

3. Non devi temere i terrori della notte
né freccia che vola di giorno
mille cadranno al tuo fianco, ma nulla ti colpirà.

4. Perché ai suoi angeli ha dato un comando
di preservarti in tutte le tue vie
ti porteranno sulle loro mani contro la pietra non inciamperai.

RIT. E ti rialzerò, ti solleverò su ali d’aquila,
ti reggerò sulla brezza dell’alba ti farò brillar come il sole,
così nelle mie mani vivrai.
4. E SONO SOLO UN UOMO

Io lo so Signore che vengo da lontano
prima nel pensiero e poi nella tua mano.
Io mi rendo conto che Tu sei la mia vita
e non mi sembra vero di pregarti così.
Padre di ogni uomo e non ti ho visto mai,
Spirito di vita e nacqui da una donna,
Figlio mio fratello, e sono solo un uomo
eppure io capisco che Tu sei verità.

RIT. E imparerò a guardare tutto il mondo
con gli occhi trasparenti di un bambino,
e insegnerò a chiamarti Padre Nostro
ad ogni figlio che diventa uomo (2 volte).
Io lo so Signore che Tu mi sei vicino
luce alla mia mente guida al mio cammino
mano che sorregge, sguardo che perdona
e non mi sembra vero che tu esista così.
Dove nasce amore, Tu sei la sorgente
dove c’è una croce, Tu sei la speranza,
dove il tempo ha fine, Tu sei la vita eterna
e so che posso sempre contare su di Te.

RIT. E accoglierò la vita come un dono
e avrò il coraggio di morire anch’io
e incontro a Te verrò col mio fratello
che non si sente amato da nessuno (2 volte).
5. ANDATE PER LE STRADE

RIT. Andate per le strade in tutto il mondo,
chiamate i miei amici per far festa,
c’è un posto per ciascuno alla mia mensa.

1. Nel vostro cammino annunciate il Vangelo
dicendo: “È vicino il Regno dei Cieli”.
Guarite i malati, mondate i lebbrosi,
rendete la vita a chi l’ha perduta.

2. Vi è stato donato un amore gratuito
ugualmente donate con gioia e per amore.
Con voi non prendete né oro né argento
perché l’operaio ha diritto al suo cibo.

3. Entrando in una casa, donatele la pace,
se c’è chi vi rifiuta e non accoglie il dono
la pace torni a voi e uscite dalla casa
scuotendo la polvere dai vostri calzari.

4. Ecco, io vi mando, agnelli in mezzo ai lupi,
siate dunque avveduti come sono i serpenti,
ma liberi e chiari come le colombe;
dovrete sopportare prigioni e tribunali.

5. Nessuno è più grande del proprio maestro,
né il servo è più grande del suo padrone.
Se hanno odiato Me odieranno anche voi
ma voi non temete, Io non vi lascio soli!
6. IL CANTO DELLA CREAZIONE

RIT. Laudato sii, Signore mio. Laudato sii, Signore mio.
Laudato sii, Signore mio. Laudato sii, Signore mio.

1. Per il sole d’ogni giorno che riscalda e dona vita;
egli illumina il cammino di chi certa te, Signore.
Per la luna e per le stelle, io le sento mie sorelle;
le hai formate su nel cielo e le doni a chi è nel buio.

2. Per la luna e per le stelle
io le sento mie sorelle
le hai formate se nel cielo
e le doni a chi è nel buio.

3. Per la nostra madre terra che ci dona fiori ed erba;
su di lei noi fatichiamo per il pane di ogni giorno.
Per chi soffre con coraggio e perdona nel tuo amore:
tu gli dai la pace tua alla sera della vita.

4. Per la morte che è di tutti, io la sento ogni istante;
ma se vivo nel tuo amore dona un senso alla mia vita.
Per l’amore che è nel mondo tra una donna e l’uomo suo;
per la vita dei bambini che il mio mondo fanno nuovo.

5. Io ti canto, mio Signore, e con me la creazione
ti ringrazia umilmente perché tu sei il Signore.
7. LAUDATO SII O MI’ SIGNORE

RIT. Laudato sii o mi’ Signore (x4)

1. E per tutte le tue creature, per il sole e per la luna,
per le stelle e per il vento e per l’acqua e per il fuoco.

2. Per sorella madre terra ci alimenta e ci sostiene,
per i frutti, i fiori e l’erba per i monti e per il mare.

3. Perché il senso della vita è cantare e lodarti
e perché la nostra vita sia sempre una canzone.

4. E per quelli che ora piangono. E per quelli che ora soffrono.
E per quelli che ora nascono. E per quelli che ora muoiono.
8. VIENI O SPIRITO CREATORE

1. Vieni o Spirito Creatore,
vieni nel nostro intimo,
vieni ed invadi con il Tuo amore
i cuori che hai creato.

2. Tu sei la nostra luce,
dono di Dio altissimo,
sei acqua viva, fuoco e amore
ed energia vitale.

3. Pienezza d’ogni dono,
segno dell’amore del Padre,
sei la conferma alle promesse
e guida alla parola.

4. Da’ luce ai nostri occhi,
amore ai nostri cuori,
vieni e sostieni con la Tua forza
l’umana debolezza.

5. Vinci il mistero del male,
da’ pace a questa vita,
fa’ che avendo Te come guida
evitiamo ogni male.

6. Aprici all’amore del Padre,
svela a noi il Figlio,
portaci a credere solo in Te,
loro infinito amore.

7. Gloria a Dio Padre,
al Figlio che è risorto
e gloria a Te che ci accompagni
ora e sempre. Amen.

9. VENI CREATOR SPIRITUS

Veni, creátor Spíritus,
mentes tuòrum vísita,
imple supérna grátia,
quæ tu creásti péctora.

Qui díceris Paráclitus,
altíssimi donum Dei,
fons vivus, ignis, cáritas,
et spiritális únctio.

Tu septifòrmis múnere,
dígitus patérnæ déxteræ,
tu rite promíssum Patris,
sermóne ditans gúttura.

Accénde lumen sénsibus,
infúnde amórem córdibus,
infírma nostri córporis
virtúte firmans pérpeti.

Hostem repéllas lóngius
pacémque dones prótinus;
ductóre sic te prævio
vitémus omne nóxium.

Per Te sciámus da Patrem
noscámus atque Fílium,
teque utriúsque Spíritum
credámus omni témpore.

Deo Patri sit glória,
et Fílio, qui a mórtuis
surréxit, ac Paráclito,
in sæculórum sæcula.

Amen.

Vieni, o Spirito creatore,
visita le nostre menti,
riempi della tua grazia
i cuori che hai creato.

O dolce consolatore,
dono del Padre altissimo,
acqua viva, fuoco, amore,
santo crisma dell'anima.

Dito della mano di Dio,
promesso dal Salvatore,
irradia i tuoi sette doni,
suscita in noi la parola.

Sii luce all'intelletto,
fiamma ardente nel cuore;
sana le nostre ferite
col balsamo del tuo amore.

Difendici dal nemico,
reca in dono la pace,
la tua guida invincibile
ci preservi dal male.

Luce d'eterna sapienza,
svelaci il grande mistero
di Dio Padre e del Figlio
uniti in un solo Amore.

Sia gloria a Dio Padre,
al Figlio, che è risorto dai morti
e allo Spirito Santo
per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

10. VIENI O SPIRITO

RIT. Vieni o Spirito, Spirito di Dio,
vieni o Spirito Santo.
Vieni o Spirito, soffia su di noi,
dona ai tuoi figli la vita.

1. Dona la luce ai nostri occhi, dona la forza ai nostri cuori
dona alle menti la sapienza, dona il tuo fuoco d’amore.

2. Tu sei per noi Consolatore, nella calura sei riparo
nella fatica sei riposo, nel pianto sei conforto.

3. Dona a tutti i tuoi fedeli, che confidano in te
i tuoi sette santi doni, dona la gioia eterna.
11. VIENI SPIRITO DI CRISTO

RIT. Vieni, vieni, Spirito d’amore,
ad insegnare le cose di Dio.
Vieni, vieni, Spirito di pace,
a suggerir le cose che Lui ha detto a noi.

1. Noi t’invochiamo, Spirito di Cristo,
vieni Tu dentro di noi.
Cambia i nostri occhi,
fa’ che noi vediamo la bontà di Dio per noi.

2. Vieni, o Spirito, dai quattro venti
e soffia su chi non ha la vita.
Vieni, o Spirito, e soffia su di noi,
perché anche noi riviviamo.

3. Insegnaci a sperare, insegnaci ad amare,
insegnaci a lodare Iddio.
Insegnaci a pregare,
insegnaci la vita, insegnaci Tu l’unità.
12. SPIRITO DI DIO (consacrami)

Spirito di Dio riempimi Spirito di Dio battezzami
Spirito di Dio consacrami vieni ad abitare dentro me!

Spirito di Dio guariscimi Spirito di Dio rinnovami
Spirito di Dio consacrami vieni ad abitare dentro me!

Spirito di Dio guariscimi Spirito di Dio rinnovami
Spirito di Dio consacrami Vieni ad abitare dentro me!

Spirito di Dio riempici Spirito di Dio battezzaci
Spirito di Dio consacraci vieni ad abitare dentro noi!
13. ACCOGLI I NOSTRI DONI

Accogli, Signore, i nostri doni
in questo misterioso incontro
tra la nostra povertà e la tua grandezza.
Noi ti offriamo le cose
che tu stesso ci hai dato
e tu in cambio donaci,
donaci te stesso.
14. BENEDETTO SEI TU SIGNORE

RIT. Benedetto sei tu Signore,
Benedetto il tuo santo Nome
Alleluia, alleluia.

1. Tu che hai fatto il cielo e la terra,
Dio grande, Dio eccelso,
Tu Re potente, benedetto sei tu.

2. Tu che sei nostro Salvatore,
tu che doni gioia e vita,
tu Dio Santo, benedetto sei Tu.

3. Tu che sei grande nell’amore,
tu Signore di misericordia,
tu Dio clemente, benedetto sei Tu.
15. SERVO PER AMORE

1. Una notte di sudore
sulla barca in mezzo al mare
e mentre il cielo si imbianca già
tu guardi le tue reti vuote.
Ma la voce che ti chiama
un altro mare ti mostrerà
e sulle rive di ogni cuore
le tue reti getterai.

RIT. Offri la vita tua
come Maria ai piedi della croce
e sarai servo di ogni uomo
servo per amore
sacerdote dell’umanità.

2. Avanzavi nel silenzio
tra le lacrime e speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il grano biondeggia ormai
è maturato sotto il sole,
puoi riporlo nei granai.
16. SEGNI DEL TUO AMORE
(Gen Rosso-Gen Verde)


1. Mille e mille grani nelle spighe d’oro
mandano fragranza e danno gioia al cuore,
quando, macinati, fanno un pane solo:
pane quotidiano, dono tuo, Signore.

RIT. Ecco il pane e il vino, segni del tuo amore.
Ecco questa offerta, accoglila Signore:
tu di mille e mille cuori fai un cuore solo, un corpo solo in te
e il Figlio tuo verrà, vivrà ancora in mezzo a noi.

2. Mille grappoli maturi sotto il sole,
festa della terra, donano vigore,
quando da ogni perla stilla il vino nuovo:
vino della gioia, dono tuo, Signore.
17. IN COMUNIONE

1. Signore ti ringrazio perché tu hai voluto
che io sedessi a mensa con te;
e per il tuo corpo che in cibo mi hai dato,
e per il tuo sangue che nel calice hai versato.

RIT. Allora vieni con me, in comunione con me
sino all’eternità vivrai. La la la la la......

2. Per tutti i dolori che hai sopportato,
per tutte le lacrime che hai versato
per tutte le gioie che non mi hai negato
per tutto l’amore che mi hai donato.
18. ACCOGLIMI

1. Accoglimi, Signore, secondo la tua parola:
accoglimi, Signore, secondo la tua parola.
Ed io lo so, che Tu Signore, in ogni tempo sarai con me.
Ed io lo so, che Tu Signore, in ogni tempo sarai con me.

2. Ti seguirò, Signore, secondo la tua parola:
ti seguirò, Signore, secondo la tua parola.
Ed io lo so, che in Te Signore la mia speranza si compirà.
Ed io lo so, che in Te Signore la mia speranza si compirà.
19. DOV’É ODIO

Dov’è odio fa’ ch’io porti amore,
dov’è offesa ch’io porti il perdono.
Dov’è la discordia fa’ ch’io porti l’unione,
dov’è il dubbio fa’ ch’io porti Te.
E la verità dov’è l’errore,
la speranza per chi è disperato.
Se perdonerai chi ti ha fatto del male,
anche te il Signor perdonerà.
Dov’è la tristezza porti gioia,
dove son le tenebre la luce,
o Maestro fa’ ch’io non cerchi
d’essere amato quanto di amar;
è morendo che poi si vivrà di vita eterna
fammi strumento del tuo Amor.
20. CAMMINERÒ

RIT. Camminerò, camminerò sulla tua strada Signor
Dammi la mano, voglio restar per sempre insieme a Te.

1. Quand’ero solo, solo e stanco nel mondo,
quando non c’era l’amor,
tante persone vidi intorno a me
sentivo cantare così:

2. Io non capivo ma rimasi a sentire
quando il Signore mi parlò:
Lui mi chiamava, chiamava anche me
e la mia risposta s’alzò.

3. Ora non importa se uno ride di me,
lui certamente non sa
del gran regalo che ebbi quel dì
che dissi al Signore così.

4. A volte sono triste, ma mi guardo intorno,
scopro il mondo e l’amor;
sono questi i doni che Lui fa a me
felice ritorno a cantar.
21. LA GIOIA

1. Ascolta il rumore delle onde del mare
ed il canto notturno dei mille pensieri dell’umanità,
che riposa dopo il traffico di questo giorno
e di sera s’incanta davanti al tramonto che il sole le dà.
Respira e da un soffio di vento raccogli
il profumo dei fiori che non hanno chiesto che un po’ di umiltà.
E se vuoi puoi gridare e cantare che hai voglia di dare
e cantare che ancora nel cuore può esister la felicità.

RIT. Perché la vuoi, perché tu puoi
riconquistare un sorriso
e puoi giocare e puoi sperare
che ti hanno detto bugie,
se han raccontato che l’hanno uccisa
che han calpestato la gioia,
perché la gioia perché la gioia perché la gioia è con me.
E magari fosse un attimo vivila, ti prego,
e magari a denti stretti non farla morire,
anche immersa nel frastuono tu falla sentire,
hai bisogno di gioia come me,
la la la la la la la...

2. Ancora è già tardi ma rimani ancora
per potere gustare ancora per poco
quest’aria scoperta stasera,
e domani ritorna, tra la gente che corre e dispera,
tu saprai che nascosta nel cuore può esistere felicità.
22. FRANCESCO VAI

1. Quello che io vivo non mi basta più,
tutto quel che avevo non mi serve più:
io cercherò quello che davvero vale,
e non più il servo ma il padrone servirò!

RIT. Francesco vai, ripara la mia casa!
Francesco vai, non vedi che è in rovina?
E non temere: io sarò con te dovunque andrai,
Francesco vai! Francesco vai!

2. Nel buio e nel silenzio ti ho cercato Dio;
dal fondo della notte ho alzato il grido mio
e griderò, finché non avrò risposta
per conoscere la tua volontà.

3. Altissimo Signore cosa vuoi da me?
Tutto quel che avevo l’ho donato a Te.
Ti seguirò nella gioia e nel dolore
e della vita mia una lode a Te farò.

4. Quello che cercavo l’ho trovato qui:
ora ho riscoperto nel mio dirti sì
la libertà di essere figlio tuo,
fratello e sposo di Madonna Povertà.
23. VIENI E SEGUIMI

Lascia che il mondo vada per la sua strada;
lascia che l’uomo ritorni alla sua casa;
lascia che la gente accumuli la sua fortuna;
ma tu, tu vieni e seguimi! Tu vieni e seguimi!
Lascia che la barca in mare spieghi la vela;
lascia che trovi affetto chi segue il cuore;
lascia che dall’albero cadano i frutti maturi;
ma tu, tu vieni e seguimi! Tu vieni e seguimi!
E sarai luce per gli uomini e sarai sale della terra
E nel mondo deserto aprirai una strada nuova
E sarai luce per gli uomini e sarai sale della terra
E nel mondo deserto aprirai una strada nuova
E per questa strada va’, va’, e non voltarti indietro, va’
E non voltarti indietro.
24. ORA È TEMPO DI GIOIA

1. L’eco torna d’antiche valli, la sua voce non porta più
ricordo di sommesse lacrime, di esili in terre lontane.

RIT. Ora è tempo di gioia non ve ne accorgete?
Ecco faccio una cosa nuova, nel deserto una strada aprirò.

2. Come l’onda che sulla sabbia copre le orme e poi passa e va,
così nel tempo si cancellano le ombre scure del lungo inverno.

3. Fra i sentieri dei boschi il vento con i rami ricomporrà
nuove armonie che trasformano i lamenti in canti di festa.
25. COME CANTO D’AMORE

1. Con il mio canto, dolce Signore, voglio danzare questa mia gioia,
voglio destare tutte le cose, un mondo nuovo voglio cantare.
Con il mio canto, dolce Signore, voglio riempire lunghi silenzi,
voglio abitare sguardi di pace, il tuo perdono voglio cantare.

RIT. Tu sei per me come un canto d’amore.
Resta con noi fino al nuovo mattino.

2. Con il mio canto, dolce Signore, voglio plasmare gesti d’amore,
voglio arrivare oltre la morte, la tua speranza voglio cantare.
Con il mio canto, dolce Signore, voglio gettare semi di luce,
voglio sognare cose mai viste, la tua bellezza voglio cantare.

3. Con il mio canto, dolce Signore, voglio danzare questa mia gioia,
voglio destare tutte le cose, un mondo nuovo voglio cantare.
Se tu mi ascolti, dolce Signore, questo mio canto sarà una vita
e sarà bello vivere insieme finché la vita un canto sarà.
26. PIETRO VAI

1. Signore, ho pescato tutto il giorno
le reti son rimaste sempre vuote
si è fatto tardi, a casa ora ritorno,
Signore son deluso e me ne vado.
La vita con me è sempre stata dura
e niente mai mi dà soddisfazione,
la strada in cui mi guidi è insicura
son stanco ed ora non aspetto più.

RIT. Pietro vai, fidati di me
getta ancora in acqua le tue reti,
prendi ancora il largo sulla mia parola
con la mia potenza io ti farò pescatore di uomini.

2. Maestro dimmi cosa devo fare
insegnami, Signore, dove andare;
Gesù dammi la forza di partire
la forza di lasciare le mie cose.
Questa famiglia che mi son creato,
le barche che a fatica ho conquistato;
la casa, la mia terra, la mia gente:
Signore, dammi tu una fede forte.

RIT. Pietro vai, fidati di me,
la mia Chiesa su di te io fonderò;
manderò lo Spirito, ti darà coraggio,
donerà la forza dell’amor per il regno di Dio.
27. SYMBOLUM ‘80

1. Oltre la memoria del tempo che ho vissuto,
oltre la speranza che serve al mio domani,
oltre il desiderio di vivere il presente
anch’io - confesso - ho chiesto che cosa è verità?
E tu come un desiderio che non ha memorie, Padre buono,
come una speranza che non ha confini,
come un tempo eterno sei per me.

RIT. Io so quanto amore chiede
questa lunga attesa del tuo giorno, o Dio;
luce in ogni cosa io non vedo ancora,
ma la tua parola mi rischiarerà.

2. Quando le parole non bastano all’amore,
quando il mio fratello domanda più del pane,
quando l’illusione promette un mondo nuovo,
anch’io rimango incerto nel mezzo del cammino...
E tu Figlio tanto amato verità dell’uomo, mio Signore,
come la promessa di un perdono eterno
libertà infinita sei per me.

3. Chiedo alla mia mente coraggio di cercare,
chiedo alle mie mani la forza di donare,
chiedo al cuore incerto passione per la vita
e chiedo a te fratello di credere con me!
E Tu forza della vita, Spirito d’amore, dolce Dio,
grembo d’ogni cosa, tenerezza immensa,
verità del mondo sei per me.
28. CANTICO DELLE CREATURE

1. Laudato sii Signore per frate sole, sora luna,
frate vento, il cielo e le stelle, per sora acqua, frate focu.

RIT. Laudato sii Signore, per la terra e le tue creature (2 volte).

2. Laudato sii Signore quello che porta la tua pace
e saprà perdonare per il tuo amore saprà amare.

3. Laudato sii Signore per sora morte corporale
dalla quale homo vivente non potrà mai scampare.

4. Laudate e benedite, ringraziate e servite
il Signore con umiltà ringraziate e servite.
29. TU CHI SEI...?

1. Tu, Tu chi sei? Tu che parli nel silenzio,
Tu che abiti i deserti del mio cuore.
Tu chi sei? Tu che canti nella notte
e mi aspetti oltre ogni porta che si apre. Tu chi sei?
Ed io chi sono io, vaso fragile di creta
impastato di paure e di speranze...
come l’erba è la mia vita,
come goccia di rugiada nel mattino...
chi son io davanti a Te?

RIT. Guardami Signore, poca terra ho nelle mani
ma se vuoi anche la mia terra fiorirà.
Guardami Signore nel mio nulla ho confidato in Te
nel tuo amore tutta la mia vita canterà.

2. Tu, Tu chi sei? Tu che scruti nel mio cuore
e conosci i miei pensieri più segreti.
Tu chi sei? Che m’insegui ovunque vada
fino agli ultimi confini della terra... Tu chi sei?
Ed io, chi sono io, io che sempre mi nascondo
e non faccio che fuggire dal tuo sguardo
dove andrò senza una meta,
senza un punto verso il quale camminare...
Il Tuo volto cercherò.
30. VIVERE LA VITA

Vivere la vita con le gioie e coi dolori di ogni giorno
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita e inabissarti nell’amore è il tuo destino
è quello che Dio vuole da te.
Fare insieme agli altri la tua strada verso Lui
correre con i fratelli tuoi...
Scoprirai allora il cielo dentro di te
una scia di luce lascerai.
Vivere la vita è l’avventura più stupenda dell’amore,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita e generare ogni momento il Paradiso
è quello che Dio vuole da te.
Vivere perché ritorni al mondo l’unità
perché Dio sta nei fratelli tuoi..
Scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai.
Vivere perché ritorni al mondo l’unità,
perché Dio sta nei fratelli tuoi
Scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai
una scia di luce lascerai...
31. BENEDICI O SIGNORE

1. Nebbia e freddo giorni lunghi e amari, mentre il seme muore.
Poi il prodigio antico e sempre nuovo del primo filo d’erba,
e nel vento dell’estate ondeggiano le spighe, avremo ancora pane.

RIT. Benedici o Signore, questa offerta che portiamo a Te.
Facci uno come il pane che anche oggi hai dato a noi.

2. Nei filari dopo il lungo inverno fremono le viti.
La rugiada avvolge nel silenzio i primi tralci verdi.
Poi i colori dell’autunno coi grappoli maturi, avremo ancora vino.

RIT. Benedici o Signore, questa offerta che portiamo a Te.
Facci uno come il vino che anche oggi hai dato a noi.
32. SE M’ACCOGLI

1. Tra le mani non ho niente spero che mi accoglierai
chiedo solo di restare accanto a Te.
Sono ricco solamente dell’amore che mi dai
è per quelli che non l’hanno avuto mai.

RIT. Se m’accogli, mio Signore, altro non ti chiederò
e per sempre la tua strada, la mia strada resterà,
nella gioia, nel dolore, fino a quando Tu vorrai
con la mano nella tua camminerò.

2. Io ti prego con il cuore so che Tu mi ascolterai:
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che Tu sai
con i miei fratelli incontro a Te verrò.
33. AMARE QUESTA VITA

Erano uomini senza paura
di solcare il mare pensando alla riva.
Barche sotto il cielo, fra montagne e silenzio,
davano le reti al mare, vita dalle mani di Dio.
Venne nell’ora più lenta del giorno,
quando le reti si sdraiano a riva;
l’aria senza vento si riempì di una voce,
mani cariche di sale, sale nelle mani di Dio.

RIT. Lo seguimmo fidandoci degli occhi,
gli credemmo amando le parole;
fu il sole caldo a riva, o fu il vento sulla vela,
o il gusto e la fatica di rischiare, e accettare quella sfida.

Prima che un sole più alto vi insidi,
prima che il giorno vi lasci delusi,
riprendete il largo, e gettate le reti
barche cariche di pesci, vita dalle mani di Dio.
Lo seguimmo fidandoci degli occhi,
gli credemmo amando le parole;
Lui voce, Lui notizia, Lui strada e Lui sua meta,
Lui gioia imprevedibile e sincera di amare questa vita.
Erano uomini senza paura
di solcare il mare pensando alla riva;
anche quella sera, senza dire parole,
misero le barche in mare, vita dalle mani di Dio,
misero le barche in mare, vita dalle mani di Dio.
34. CON TE FAREMO COSE GRANDI

RIT. Con te faremo cose grandi:
il cammino che percorreremo insieme;
di te si riempiranno sguardi;
la speranza che risplenderà nei volti.

Tu la luce che rischiara, Tu la voce che ci chiama,
Tu la gioia che dà vita ai nostri giorni.
Parlaci Signore come sai,
sei presente nel mistero in mezzo a noi;
chiamaci col nome che vorrai,
e sia fatto il tuo disegno su di noi.
Tu la luce che rischiara, Tu la voce che ci chiama,
Tu la forza che dà vita ai nostri giorni.

RIT. Con te faremo cose grandi:
il cammino che percorreremo insieme;
di te si riempiranno sguardi;
la speranza che risplenderà nei volti.

Tu l’amore che dà vita, Tu il sorriso che ci allieta,
Tu la forza che raduna i nostri giorni.
Guidaci Signore dove sai,
da chi soffre ed è più piccolo di noi;
strumenti di quel regno che tu fai,
di quel regno che ora vive in mezzo a noi.
Tu l’amore che dà vita, Tu il sorriso che ci allieta,
Tu la forza che raduna i nostri giorni.
Con te... nostri giorni.

RIT. Con te faremo cose grandi:
il cammino che percorreremo insieme;
di te si riempiranno sguardi;
la speranza che risplenderà nei volti.
35. LO SPIRITO DEL SIGNORE È SU DI ME (Isaia 61)

RIT. Lo spirito del Signore è su di me,
lo spirito del Signore mi ha consacrato,
lo spirito del Signore mi ha inviato
a portare il lieto annuncio ai poveri.

1. A fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
a proclamare la libertà degli schiavi,
a promulgare l’anno di grazia del Signore,
e per consolare tutti gli afflitti dando loro una corona,
olio di gioia, canto di lode invece di lutto e di dolore.

2. Essi si chiameranno querce di giustizia
la piantagione gradita al Signore,
segno per tutti della sua gloria.
E ricostruiranno le vecchie rovine, rialzeranno gli antichi ruderi,
restaureranno città desolate e devastate da più generazioni.

3. Ed essi si chiameranno sacerdoti del Signore,
saranno detti ministri del nostro Dio
e dalle nazioni saranno serviti.
Ed essi godranno le loro ricchezze, trarranno vanto dai loro beni.
Avranno gloria e non vergogna, grida di gioia e non di oppressione.

4. Poiché Io sono il Signore che ama la giustizia,
darò loro fedelmente il giusto salario,
concluderò con loro un’alleanza.
E saranno famosi tra tutti i popoli, la loro stirpe tra le nazioni.
Chi li vedrà ne avrà stima, perché sono i benedetti da Dio.
36. I CIELI NARRANO (Salmo 18)

RIT. I cieli narrano la gloria di Dio
e il firmamento annunzia l’opera sua.
Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.

1. Il giorno al giorno ne affida il messaggio,
la notte alla notte ne trasmette notizia;
non è linguaggio non sono parole di cui non si oda il suono.
2. Là pose una tenda per il sole che sorge,

è come uno sposo dalla stanza nuziale;
esulta come un prode che corre con gioia la sua strada.

3. Lui sorge dall’ultimo estremo del cielo,
e la sua corsa l’altro estremo raggiunge;
nessuna delle creature potrà mai sottrarsi al suo calore.

4. La legge di Dio rinfranca l’anima mia,
la testimonianza del Signore è verace;
gioisce il cuore ai suoi giusti precetti che danno la luce agli occhi.
37. MADRE DELLA SPERANZA

RIT. Madre della speranza, veglia sul nostro cammino;
guida i nostri passi verso il figlio tuo, Maria!
Regina della pace, proteggi il nostro mondo,
prega per questa umanità, Maria,
Madre della speranza, Madre della speranza.

1. Docile serva del Padre
Maria
piena di Spirito Santo
Maria
umile vergine madre del Figlio di Dio.
Tu sei la piena di grazia
Tutta bella sei
scelta fra tutte le donne
non c’è ombra in te
Madre di misericordia, porta del cielo.

2. Noi che crediamo alla vita
Maria
noi che crediamo all’amore
Maria
sotto il tuo sguardo mettiamo il nostro domani.
Quando la strada è più dura
ricorriamo a te
quando più buia è la notte
veglia su di noi
stella del giorno, risplendi sul nostro sentiero!
38. MAGNIFICAT

1. Dio ha fatto in me cose grandi
Lui che guarda l’umile servo
e disperde i superbi nell’orgoglio del cuore.

RIT. L’anima mia esulta in Dio mio salvatore
L’anima mia esulta in Dio mio salvatore
la sua salvezza canterò.

2. Lui onnipotente e santo,
Lui abbatte i grandi dai troni
e solleva dal fango il suo umile servo.

3. Lui misericordia infinita,
Lui che rende povero il ricco
e ricolma di beni chi si affida al suo amore.

4. Lui amore sempre fedele,
Lui guida il suo servo Israele
e ricorda il suo patto stabilito per sempre.
39. COME MARIA

1. Vogliamo vivere, Signore, offrendo a te la nostra vita,
con questo pane e questo vino accetta quello che noi siamo.
Vogliamo vivere, Signore, abbandonati alla tua voce,
staccati dalle cose vane, fissati nella vita vera.

RIT. Vogliamo vivere come Maria,
l’irraggiungibile, la madre amata
che vince il mondo con l’amore,
e offrire sempre la tua vita che viene dal cielo.

2. Accetta dalle nostre mani come un’offerta a te gradita
i desideri d’ogni cuore, le ansie della nostra vita.
Vogliamo vivere, Signore, accesi dalle tue parole
per riportare in ogni uomo la fiamma viva del tuo amore.
40. GIOVANE DONNA

1. Giovane donna, attesa dell’umanità;
un desiderio d’amore e pura libertà.
Il Dio lontano è qui, vicino a Te,
voce e silenzio, annuncio di novità.

RIT. Ave Maria! Ave Maria!

2. Dio t’ha prescelta qual Madre piena di bellezza,
ed il suo amore t’avvolgerà con la sua ombra.
Grembo per Dio venuto sulla terra
Tu sarai Madre di un uomo nuovo.

3. Ecco l’ancella che vive della sua parola,
libero il cuore perché l’amore trovi casa.
Ora l’attesa è densa di preghiera
e l’Uomo nuovo è qui in mezzo a noi.
41. PREGHIERA A MARIA

1. Maria, tu che hai atteso nel silenzio
la Sua Parola per noi,

RIT. Aiutaci ad accogliere
il Figlio tuo che ora vive in noi.

2. Maria, tu che sei stata così docile
davanti al tuo Signor,

3. Maria, tu che hai portato dolcemente
l’immenso dono d’amor,

4. Maria, Madre, umilmente tu hai sofferto
del Suo ingiusto dolor,

5. Maria, tu che ora vivi nella gloria
insieme al tuo Signor.

42. FRATELLO SOLE SORELLA LUNA

Dolce sentire, come nel mio cuore
ora umilmente sta nascendo amore;
dolce capire, che non son più solo,
ma che son parte di una immensa vita,
che generosa risplende intorno a me;
dono di Lui del suo immenso amor.
Ci ha dato i cieli e le chiare stelle,
fratello sole e sorella luna;
la madre terra con frutti prati e fiori
il fuoco il vento l’aria e l’acqua pura
fonte di vita per le sue creature.
Dono di Lui del suo immenso amor,
dono di Lui del suo immenso amor.
43. PREGHIERA DI SAN DAMIANO

Ogni uomo semplice porta in cuore un sogno;
con amore ed umiltà potrà costruirlo.
Se con fede tu saprai vivere umilmente
più felice tu sarai anche senza niente.

RIT. Se vorrai ogni giorno con il tuo sudore
una pietra dopo l’altra alto arriverai.

Nella vita semplice troverai la strada
che la pace donerà al tuo cuore puro.
E le gioie semplici sono le più belle
sono quelle che alla fine sono le più grandi.

RIT. Dai e dai ogni giorno con il tuo sudore,
una pietra dopo l’altra alto arriverai.
44. CANTIAMO TE

Cantiamo Te, Signore della vita:
il nome Tuo è grande sulla terra
tutto parla di Te e canta la Tua gloria;
grande Tu sei e compi meraviglie: Tu sei Dio.
Cantiamo Te, Signore Gesù Cristo:
Figlio di Dio venuto sulla terra
fatto uomo per noi nel grembo di Maria.
Dolce Gesù risorto dalla morte, sei con noi.
Cantiamo Te, amore senza fine:
Tu che sei Dio, lo Spirito del Padre,
vivi dentro di noi e guida i nostri passi.
Accendi in noi il fuoco dell’eterna carità.
45. RESTA QUI CON NOI

1. Le ombre si distendono, scende ormai la sera
e si allontanano dietro i monti
i riflessi di un giorno che non finirà,
di un giorno che ora correrà sempre;
perché sappiamo che una nuova vita
da qui è partita e mai più si fermerà.

RIT. Resta qui con noi, il sole scende già,
resta qui con noi, Signore è sera ormai.
Resta qui con noi, il sole scende già,
se tu sei fra noi la notte non verrà.

2. S’allarga verso il mare il tuo cerchio d’onda
che il vento spingerà fino a quando
giungerà ai confini di ogni cuore,
alle porte dell’amore vero;
come una fiamma che dove passa brucia
così il tuo amore tutto il mondo invaderà.

3. Davanti a noi l’umanità lotta, soffre, spera
come una terra che nell’arsura
chiede l’acqua da un cielo senza nuvole,
ma che sempre le può dare vita;
con te saremo sorgente d’acqua pura,
con te fra noi il deserto fiorirà.
46. GRANDI COSE

RIT. Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ha fatto germogliare fiori fra le rocce.

Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha riportati liberi alla nostra terra.
Ed ora possiamo cantare, possiamo gridare
l’amore che Dio ha versato su noi...
Tu che sai strappare dalla morte,
hai sollevato il nostro viso dalla polvere.
Tu che hai sentito il nostro pianto,
nel nostro cuore hai messo un seme di felicità.
47. SCUSA SIGNORE

1. Scusa Signore, se bussiamo
alla porta del tuo amore, siamo noi.
Scusa Signore, se chiediamo
mendicanti dell’amore un ristoro da te...

RIT. Così la foglia quando è stanca cade giù,
ma poi la terra ha una vita sempre in più.
Così la gente quando è stanca vuole te,
e tu, Signore, hai una vita sempre in più, sempre in più.

2. Scusa Signore, se entriamo
nella reggia della luce, siamo noi.
Scusa Signore se sediamo
alla mensa del tuo corpo per saziarci di te.

3. Scusa Signore, quando usciamo
dalla strada del tuo amore, siamo noi.
Scusa Signore se ci vedi
solo all’ora del perdono ritornare da te.
48. BENEDICI IL SIGNORE ANIMA MIA

RIT. Benedici il Signore anima mia!
Quant’è in me benedica il suo nome!
Non dimenticherò tutti i suoi benefici,
benedici il Signore anima mia!

1. Lui perdona tutte le tue colpe e ti salva dalla morte,
ti corona di grazia e ti sazia di beni nella tua giovinezza.

2. Il Signore agisce con giustizia con amore verso i poveri;
rivelò a Mosè le sue vie, ad Israele le sue grandi opere.

3. Il Signore è buono e pietoso lento all’ira e grande nell’amor.
Non conserva in eterno il suo sdegno e la sua ira verso i nostri peccati.

4. Come dista oriente da occidente allontana le tue colpe.
Perché sa che di polvere siamo tutti noi plasmati, come l’erba i
nostri giorni.

5. Benedite il Signore voi angeli, voi tutti suoi ministri.
Beneditelo voi tutte sue opere e domini, benedicilo tu anima mia.
49. IL DISEGNO

1. Nel mare del silenzio una voce si alzò,
da una notte senza confini una luce brillò;
dove non c’era niente quel giorno.

RIT. Avevi scritto già il mio nome lassù nel cielo,
avevi scritto già la mia vita insieme a te,
avevi scritto già di me.

2. E quando la Tua mente fece splendere le stelle
e quando le Tue mani modellarono la terra
dove non c’era niente quel giorno.

3. E quando hai calcolato la profondità del cielo
e quando hai colorato ogni fiore della terra
dove non c’era niente quel giorno.

4. E quando hai disegnato le nubi e le montagne
e quando hai disegnato il cammino di ogni uomo
l’avevi fatto anche per me

RIT. Se ieri non sapevo oggi ho incontrato Te
e la mia libertà è il Tuo disegno su di me
non cercherò più niente perché Tu mi salverai.
50. IL SIGNORE È IL MIO PASTORE (Salmo 22)

1. Il Signore è il mio pastore: nulla manca ad ogni attesa,
in verdissimi prati mi pasce, mi disseta a placide acque.

2. È il ristoro dell’anima mia, in sentieri diritti mi guida
per amore del santo suo nome, dietro lui mi sento sicuro.

3. Pur se andassi per valle oscura non avrò a temere alcun male:
perché sempre mi sei vicino, mi sostieni col tuo vincastro.

4. Quale mensa per me tu prepari sotto gli occhi dei miei nemici!
E di olio mi ungi il capo: il mio calice è colmo di ebbrezza!

5. Bontà e grazia mi sono compagne quanto dura il mio cammino;
io starò nella casa di Dio lungo tutto il migrare dei giorni.
51. VOCAZIONE

1. Era un giorno come tanti altri e quel giorno Lui passò.
Era un uomo come tutti gli altri, e passando mi chiamò.
Come lo sapesse che il mio nome era proprio quello
come mai vedesse proprio me nella sua vita, non lo so.
Era un giorno come tanti altri e quel giorno mi chiamò.

RIT. Tu Dio che conosci il nome mio,
fa’ che ascoltando la tua voce
io ricordi dove porta la mia strada
nella vita all’incontro con te.

2. Era l’alba triste e senza vita e qualcuno mi chiamò.
Era un uomo come tanti altri, ma la voce quella no.
Quante volte un uomo con il nome giusto mi ha chiamato,
una volta sola l’ho sentito pronunciare con amore.
Era un uomo come nessun altro e quel giorno mi chiamò.
52. PANE DEL CIELO

RIT. Pane del cielo sei tu Gesù, via d’amore tu ci fai come Te.

1. No, non è rimasta fredda la terra:
Tu sei rimasto con noi per nutrirci di Te,
Pane di vita, ed infiammare col tuo amore tutta l’umanità.

2. Sì, il cielo è qui su questa terra:
Tu sei rimasto con noi, ma ci porti con Te,
nella tua casa dove vivremo insieme a Te tutta l’eternità.

3. No, la morte no, non può farci paura.
Tu sei rimasto con noi. E chi vive di Te
vive per sempre, sei Dio con noi, sei Dio per noi, Dio in mezzo a noi.
53. TE AL CENTRO DEL MIO CUORE

1. Ho bisogno d’incontrarti nel mio cuore
di trovare Te, di stare insieme a Te:
Unico riferimento del mio andare
unica ragione Tu, unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

2. Anche il cielo gira intorno e non ha pace,
ma c’è un punto fermo è quella stella là;
la stella polare fissa ed è la sola,
la stella polare Tu, la stella sicura Tu
al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

RIT. Tutto ruota attorno a Te, in funzione di Te
e poi non importa il come, il dove e il se.

3. Che Tu splenda sempre al centro del mio cuore
il significato allora sarai Tu,
quello che farò sarà soltanto amore.
Unico sostegno Tu, la stella polare Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

RIT. Tutto ruota attorno a Te, in funzione di Te
e poi non importa il come, il dove e il se.
54. SYMBOLUM '77

1. Tu sei la mia vita, altro io non ho.
Tu sei la mia strada, la mia verità.
Nella tua parola io camminerò,
finché avrò respiro, fino a quando Tu vorrai.
Non avrò paura sai, se Tu sei con me:
io ti prego resta con me.

2. Credo in Te, Signore, nato da Maria,
Figlio eterno e santo, uomo come noi.
Morto per amore, vivo in mezzo a noi:
una cosa sola con il Padre e con i tuoi,
fino a quando, io lo so, Tu ritornerai
per aprirci il regno di Dio.

3. Tu sei la mia forza, altro io non ho,
Tu sei la mia pace, la mia libertà.
Niente nella vita ci separerà,
so che la Tua mano forte non mi lascerà.
So che da ogni male tu mi libererai
e nel Tuo perdono vivrò.

4. Padre della vita noi crediamo in Te.
Figlio salvatore noi speriamo in Te.
Spirito d’amore vieni in mezzo a noi,
Tu da mille strade ci raduni in unità;
e per mille strade poi, dove Tu vorrai,
noi saremo il seme di Dio.
55. MA IL VOSTRO POSTO È LÀ

1. Signore, com’è bello, non andiamo via,
faremo delle tende e dormiremo qua;
non scendiamo a valle dove l’altra gente
non vuole capire quello che Tu sei.

RIT. Ma il vostro posto è là, là in mezzo a loro:
l’amore che vi ho dato portatelo nel mondo;
io son venuto a salvarvi dalla morte,
il Padre mi ha mandato ed io mando voi.

2. Quando vi ho chiamati eravate come loro
col cuore di pietra, tardi a capire;
quello che dicevo non lo sentivate
“è pazzo” si pensava “non sa quello che dice”.

3. Il tempo si è fermato, è bello stare insieme:
perché pensare agli altri che non ti hanno conosciuto?
Possiamo mascherare la sete d’amore
facendo del bene solo se ne abbiamo voglia.

4. Adesso che capite cos’è la mia parola
volete stare soli e non pensare a loro.
A cosa servirà l’amore che vi ho dato
se la vostra vita da soli vivrete?

5. Scendete nella valle, vivete nel mio amore
da questo capiranno che siete miei fratelli,
parlategli di me arriveranno al Padre,
se li saprete amare la strada troveranno.

RIT. Ma il nostro posto è là, là in mezzo a loro:
l’amore che ci hai dato portiamolo nel mondo;
tu sei venuto a salvarci dalla morte,
il Padre ti ha mandato e tu mandi noi.
56. CANONI DI TAIZÉ

1. Crucem tuam adoramus Domine,
resurrectionem tuam laudamus Domine.
Laudamus et glorificamus,
resurrectionem tuam laudamus Domine.

2. Dona la pace Signore a chi confida in te.
Dona, dona la pace Signore, dona la pace.

3. Jubilate Deo omnis terra servite Domino in laetitia.
Alleluia alleluia in laetitia. Alleluia alleluia in laetitia.

4. Laudate omnes gentes, laudate Dominum.
Laudate omnes gentes, laudate Dominum.

5. Magnificat, magnificat magnificat anima mea Dominum.
Magnificat magnificat, magnificat anima mea.

6. Misericordias Domini in aeternum cantabo.

7. Niente ti turbi, niente ti spaventi, chi ha Dio niente gli manca.
Niente ti turbi, niente ti spaventi, solo Dio basta.
Nada te turbe, nada te espante, quien a Dios tiene nada le falta.
Nada te turbe, nada te espante, solo Dios basta.

8. Ubi caritas et amor, ubi caritas Deus ibi est.

9. Il Signore è la mia forza, mio canto è il Signor,

egli è stato il mio salvatore,
in lui confido non ho timor, in lui confido, non ho timor

10. Questa notte non è più notte davanti a te:
il buio come luce risplende.

11. Adoramus te Domine!

12. Restate qui e vegliate con me,
vegliate e pregate, vegliate e pregate.

13. Bonum est confitere in Domino,
bonum sperare in Domino.

14. Mostrami il tuo volto, Tu eterno Amor
non abbandonarmi, perché ti nascondi
mostrami il tuo volto, Tu eterno Amor
non abbandonarmi, mio Signore.

15. La tua croce Signore Gesù
fonte di vita, io ti seguirò.
La tua croce Signore Gesù
Fonte di vita per l’eternità.

16. Come il cervo va all’acqua viva
io cerco Te ardentemente
io cerco Te, mio Dio!

17. E Dio creò l’uomo a sua immagine Dio lo creò
maschio e femmina Lui li creò, a sua immagine Dio li creò.
Alleluia, a sua immagine Dio lo creò.

18. Come la pioggia e la neve scendono giù dal cielo
e non vi ritornano senza irrigare e far germogliare la terra,
così ogni mia parola non ritornerà a me
senza operare quanto desidero,
senza aver compiuto ciò per cui l’avevo mandata.
Ogni mia parola, ogni mia parola.
57. QUALE GIOIA

RIT. Quale gioia! mi dissero: “andremo alla casa del Signore”.
Ora i piedi, o Gerusalemme, si fermano davanti a te.

1. Ora Gerusalemme è ricostruita;
come città salda, forte e unita.

2. Salgono insieme le tribù di Jahvè
per lodare il nome del Dio d’Israele.

3. Là sono posti i seggi della sua giustizia;
i seggi della casa di Davide.

4. Domandate pace per Gerusalemme;
pace a chi ti ama, pace alle tue mura.

5. Su di te sia pace, chiederò il tuo bene;
per la casa di Dio chiederò la gioia.

6. Noi siamo il suo popolo, egli è il nostro Dio;
possa rinnovarci la felicità.
58. GERUSALEMME, GERUSALEMME (Cfr. Is 60)

RIT. Gerusalem, Gerusalem spogliati della tua tristezza.
Gerusalem, Gerusalem canta e danza al tuo Signor.

1. Alzati e risplendi ecco la tua luce
è su te la gloria del Signor. (x2 volte)
Volgi i tuoi occhi e guarda lontano,
che il tuo cuore palpiti di allegria.
Ecco i tuoi figli che vengono a te,
le tue figlie danzano di gioia.

2. Nasceranno i popoli alla tua luce
ed i re vedranno il tuo splendor. (x2 volte)
Stuoli di cammelli ti invaderanno
tesori dal mare affluiranno a te.
Verrano da Efa da Saba e Kedar
per lodare il nome del Signor.

3. Figli di stranieri costruiranno le tue mura
ed i loro re verranno a te. (x 2 volte)
Io farò di te una fonte di gioia,
tu sarai chiamata “Città del Signore”.
Il dolore e il lutto finiranno
sarai la mia gloria tra le genti.
59. CANTICO DEI REDENTI

RIT. Il Signore è la mia salvezza e con Lui non temo più,
perché ho nel cuore la certezza; la salvezza è qui con me.

1. Ti lodo Signore perché un giorno eri lontano da me,
ora invece sei tornato e mi hai preso con te.

2. Berrete con gioia alle fonti, alle fonti della salvezza
e in quel giorno voi direte: lodate il Signore invocate il suo nome.

3. Fate conoscere ai popoli tutto quello che lui ha compiuto
e ricordino per sempre, ricordino sempre che il suo nome è grande.

4. Cantate a chi ha fatto grandezze e sia fatto sapere nel mondo;
grida forte la tua gioia, abitante di Sion perché grande con te è il
Signore.
60. PENTECOSTE

1. Erano poveri uomini come me, come te;
avevano gettato le reti nel lago
o riscosso le tasse alle porte della città.
Ch’io mi ricordi, tra loro non c’era neanche un dottore.
E quello che chiamavano Maestro
era morto e sepolto anche Lui.

RIT. Se senti un soffio nel cielo, un vento che scuote le porte;
ascolta è la voce che chiama, è l’invito ad andare lontano.
C’è un fuoco che nasce in chi sa aspettare
in chi sa nutrire speranze d’amor.

2. Avevano un cuore nel petto, come me, come te;
che una mano di gelo stringeva,
avevano occhi nudi di pianto;
e un volto grigio di febbre e paura,
pensavano certo all’amico perduto,
alla donna lasciata sulla soglia di casa,
alla croce piantata sulla cima di un colle.

3. E il vento bussò alla porta di casa
entrò come un pazzo per tutta la stanza
ed ebbero occhi e voci di fiamma,
uscirono in piazza a cantare la gioia.
Uomo che attendi nascosto nell’ombra
la voce che chiama è proprio per te!
Ti porta la gioia, una buona notizia:
il mondo che viene migliore sarà.
61. ALZO GLI OCCHI VERSO I MONTI (Salmo 120)

RIT. Alzo gli occhi verso i monti
da dove mi verrà l’aiuto?
Il mio aiuto viene dal Signore,
che ha fatto cielo e terra.

1. Non lascerà vacillare il tuo piede, non si addormenta il tuo custode.
Non si addormenta, non prende sonno il custode d’Israele.

2. Il Signore è tuo custode, è come ombra che ti copre.
Di giorno non ti colpirà il sole, né la luna di notte.

3. Il Signore ti protegge da ogni male, egli protegge la tua vita.
Il Signore veglia su di te, quando esci e quando entri.
Il Signore veglia su di te da ora e per sempre
62. COME È GRANDE

1. Come è grande la tua bontà
che conservi per chi ti teme.
E fai grandi cose per chi ha rifugio in Te,
e fai grandi cose per chi ama solo Te.

2. Come un vento silenzioso,
ci hai raccolto dai monti e dal mare;
come un’alba nuova sei venuto a me,
la forza del tuo braccio mi ha voluto qui con Te.

3. Come è chiara l’acqua alla tua fonte,
per chi ha sete ed è stanco di cercare:
sicuro ha ritrovato i segni del tuo amore
che si erano perduti nell’ora del dolore.

4. Come un fiore nato tra le pietre
va a cercare il cielo su di lui,
così la tua grazia, il tuo Spirito per noi,
nasce per vedere il mondo che tu vuoi.
63. RESTA CON NOI

1. Resta con noi, Signore, la sera, resta con noi e avremo la pace.

RIT. Resta con noi, non ci lasciar, la notte mai più scenderà.
Resta con noi, non ci lasciar per le vie del mondo, Signor.

2. Ti porteremo ai nostri fratelli, ti porteremo lungo le strade.

3. Voglio donarti queste mie mani, voglio donarti questo mio cuore.
64. SIGNORE DA CHI ANDREMO

RIT. Signore da chi andremo?
Tu solo hai parole di vita
E noi abbiam creduto
che il Figlio di Dio sei Tu!

1. Io sono il pane di vita;
chi viene a me non ha più fame,
e chi viene a me non ha più sete.
così ha detto Gesù.

2. Non cercate il cibo che perisce;
ma il cibo che dura per la vita,
quello stesso che il Figlio vi darà,
che il Padre vi ha mandato.

3. Non Mosè vi ha dato il pane vero;
è il mio Padre che dà il vero pane,
poiché il pane di Dio vien dal cielo
e dà la vita al mondo.

4. Io sono dal cielo disceso
non per fare la mia volontà,
ma per fare la volontà del Padre
che è dare al mondo la vita.

5. Io sono il pane del Cielo;
chi ne mangia avrà la vita eterna
perché il pane che do è la mia carne
che è la vita del mondo.

6. Chi s’accosta al banchetto del mio corpo
dimora in me ed io in lui;
e in lui sarà la vita eterna
e lo risusciterò.
65. E' GIUNTA L’ORA

1. È giunta l’ora, Padre per me
ai miei amici ho detto che
questa è la vita: conoscere Te,
e il Figlio tuo, Cristo Gesù.

2. Erano tuoi, li hai dati a me
ed ora sanno che torno a Te;
hanno creduto: conservali Tu,
nel tuo amore nell’unità.

3. Tu mi hai mandato ai figli tuoi
la tua Parola è verità.
E il loro cuore sia pieno di gioia,
la gioia vera viene da Te.

4. Io sono in loro e tu in me,
che sian perfetti nell’unità
e il mondo creda che tu mi hai mandato,
li hai amati come ami me.
66. RESURREZIONE

Che gioia ci hai dato, Signore del cielo,
Signore del grande universo,
che gioia ci hai dato, vestito di luce,
vestito di gloria infinita, vestito di gloria infinita.
Vederti risorto, vederti Signore
il cuore sta per impazzire.
Tu sei ritornato, Tu sei qui tra noi
e adesso ti avremo per sempre, e adesso ti avremo per sempre.
Chi cercate, donne, quaggiù? chi cercate, donne, quaggiù?
quello che era morto non è qui.
È risorto! Sì, come aveva detto anche a voi.
Voi gridate a tutti che è risorto Lui, a tutti che è risorto Lui.
Tu hai vinto il mondo Gesù, tu hai vinto il mondo Gesù,
liberiamo la felicità
e la morte, no, non esiste più, l’hai vinta tu
e hai salvato tutti noi, uomini con te tutti noi, uomini con te.
67. DOV’È CARITÀ E AMORE

RIT. Dov’è carità e amore, qui c’è Dio.
1. Ci ha riuniti tutti insieme Cristo Amore:
godiamo esultanti nel Signore.
Temiamo e amiamo il Dio vivente
e amiamoci tra noi, con cuore sincero.

2. Noi formiamo qui riuniti un solo corpo,
evitiamo di dividerci tra noi.
Via le lotte maligne, via le liti
e regni in mezzo a noi Cristo Dio.

3. Chi non ama resta sempre nella notte
e dall’ombra della notte non risorge.
Ma se noi camminiamo nell’amore
noi saremo veri figli della luce.

4. Nell’amore di colui che ci ha salvati,
rinnovati dallo Spirito del Padre,
tutti uniti sentiamoci fratelli
e la gioia diffondiamo sulla terra.

5. Imploriamo con fiducia il Padre santo
perché doni ai nostri giorni la sua pace;
ogni popolo dimentichi i rancori
ed il mondo si rinnovi nell’amore.

6. Fa’ che un giorno contempliamo il tuo volto
nella gloria dei beati Cristo Dio,
e sarà gioia immensa, gioia vera,
durerà per tutti i secoli senza fine.
68. BEATO L’UOMO (Salmo 1)

RIT. Beato l’uomo che retto procede
e non entra a consiglio con gli empi,
e non va per la via dei peccatori,
nel convegno dei tristi non siede.

1. Nella legge del Signore ha riposto la sua gioia;
se l’è scritta sulle porte e la medita di giorno e di notte.

2. E sarà come l’albero che è piantato sulle rive del fiume,
che dà frutto alla sua stagione né una foglia a terra cade.

3. Non sarà così per chi ama il male, la sua via andrà in rovina:
il giudizio del Signore è già fatto su di lui.

4. Ma i tuoi occhi o “Signore” stanno sopra al mio cammino;
me l’hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.
69. ESCI DALLA TUA TERRA

RIT. Esci dalla tua terra e va’ dove ti mostrerò.
Esci dalla tua terra e va’ dove ti mostrerò.

1. Abramo non andare, non partire,
non lasciare la tua casa, cosa speri di trovar?
La strada è sempre quella, ma la gente è differente,
ti è nemica cosa speri di trovar?
Quello che lasci tu lo conosci il tuo Signore cosa ti dà?
“Un popolo, la terra e la promessa”, parola di Javhè.

2. La rete sulla spiaggia abbandonata
l’han lasciata i pescatori, son partiti con Gesù.
La folla che osannava se n’è andata
ma il silenzio una domanda sembra ai dodici portar:
Quello che lasci tu lo conosci il tuo Signore cosa ti dà?
“Il centuplo quaggiù e l’eternità”, parola di Gesù.

3. Partire non è tutto, certamente
c’è chi parte e non dà niente, cerca solo libertà.
Partire con la fede nel Signore,
con l’amore aperto a tutti può cambiar l’umanità.
Quello che lasci tu lo conosci quello che porti vale di più.
“Andate e predicate il mio Vangelo”, parola di Gesù.

RIT. Esci dalla tua terra e va’, dove ti mostrerò.
Esci dalla tua terra e va’, sempre con te sarò.
70. CRESCERE CON TE

RIT. Vogliamo crescere con Te,
lungo le strade del mondo noi, perché risorge l’uomo che
nel segno del grande amore grida il tuo nome
ama il tuo amore e sia...

1. Ama tra la gente più comune, cerca Lui
non lasciare mai il suo sguardo, è l’immagine di te.
Grande è l’uomo e capirà,
che ha l’immenso solo in Dio troverà
la sua strada e nascerà.

2. Spendi nei tuoi passi le risorse che ti dà;
non pensare che sei solo, se cammini è in braccio a Lui.
Se il tuo braccio non potrà, sarà Lui che porterà
sopra sé le miserie che crescono in te.

3. Vivi la speranza e ogni giorno sarà il tuo,
non cadere nell’errore di considerarti ormai
già arrivato chissà mai, dove e in quale posto poi
scoprirai che l’amore è avanti a te.
71. TI RINGRAZIO (amatevi l’un l’altro)

1. Amatevi l’un l’altro come Lui ha amato voi:
e siate per sempre suoi amici;
e quello che farete al più piccolo tra voi,
credete l’avete fatto a Lui.

RIT. Ti ringrazio mio Signore, non ho più paura
perché con la mia mano nella mano degli amici miei,
cammino fra la gente della mia città
e non mi sento più solo;
non sento la stanchezza e guardo dritto avanti a me,
perché sulla mia strada ci sei Tu.

2. Se amate veramente perdonatevi tra voi
nel cuore di ognuno ci sia pace
il Padre che è nei cieli vede tutti i figli suoi
con gioia a voi perdonerà.

3. Sarete suoi amici se vi amate fra voi
e questo è tutto il suo Vangelo;
l’amore non ha prezzo, non misura ciò che dà:
l’amore, confini non ne ha.
72. MESSAGGIO AI GIOVANI (cfr. 1 Gv 2)

RIT. A voi che avete conosciuto (che avete conosciuto)
Colui che esiste dal principio (che esiste dal principio)
A voi che siete stati amati (amati)
E siete stati perdonati (perdonati)
A voi o figli, a voi o giovani, a voi!
che avete vinto il mondo
e custodite la Parola.

1. Sappiate riconoscere lo Spirito di Dio
l’amore è il seme eterno di ogni cosa.
Per questo si può credere: non eravamo niente
e tutto ci fu dato per amore.

2. Se molti non capiscono la verità di Dio
voi siate ancor più fedeli a Lui.
E se vi parleranno di un altro Cristo in terra
Per voi rimanga Lui: Gesù il Signore.
3. Per chi sa riconoscere che Dio soltanto è giusto
qualunque uomo giusto è figlio suo.
Se il cuore vi condanna, sappiate avere fede
Il Padre sa ogni cosa e vi comprende.
73. VIENI DAL LIBANO

1. Vieni dal Libano, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!
Avrai per corona le vette dei monti,
le alte cime dell’Ermon.
Tu m’hai ferito, ferito il cuore,
o sorella, mia sposa.
Vieni dal Libano, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!

RIT. Cercai l’amore dell’anima mia, lo cercai senza trovarlo
trovai l’amore dell’anima mia
l’ho abbracciato e non lo lascerò mai.

2. Io appartengo al mio diletto
ed egli è tutto per me.
Vieni usciamo alla campagna,
dimoriamo nei villaggi.
Andremo all’alba nelle vigne,
vi raccoglieremo i frutti.
Io appartengo al mio diletto
ed egli è tutto per me.

3. Alzati in fretta, mia diletta,
vieni colomba, vieni!
L’estate ormai è già passata,
il tempo dell’uva è venuto.
I fiori se ne vanno dalla terra,
il grande sole è cessato.
Alzati in fretta, mia diletta,
vieni colomba, vieni!

4. Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio
ché l’amore è forte come la morte
e le acque non lo spegneranno.
Dare per esso tutti i beni della casa
sarebbe disprezzarlo.
Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio.
74. IL PANE DEL CAMMINO

RIT. Il tuo popolo in cammino cerca in te la guida
sulla strada verso il Regno sei sostegno col tuo corpo
resta sempre con noi, o Signore.

1. È il tuo pane Gesù che ci dà forza
e rende più sicuro il nostro passo.
Se il vigore nel cammino si svilisce
la tua mano dona lieta la speranza.

2. È il tuo vino, Gesù, che ci disseta
e sveglia in noi l’ardore di seguirti.
Se la gioia cede il passo alla stanchezza
la tua voce fa rinascere freschezza.

3. È il tuo corpo, Gesù, che ci fa Chiesa
fratelli sulle strade della vita.
Se il rancore toglie luce all’amicizia,
dal tuo cuore nasce giovane il perdono.

4. È il tuo sangue, Gesù, il segno eterno
dell’unico linguaggio dell’amore.
Se il donarsi come te richiede fede,
nel tuo Spirito sfidiamo l’incertezza.

5. È il tuo dono, Gesù, la vera fonte
del gesto coraggioso di chi annuncia.
Se la Chiesa non è aperta ad ogni uomo,
il tuo fuoco le rivela la missione.
75. ECCO QUEL CHE ABBIAMO

RIT. Ecco quel che abbiamo, nulla ci appartiene ormai
Ecco i frutti della terra, che Tu moltiplicherai.
Ecco queste mani, puoi usarle, se lo vuoi,
per dividere nel mondo il pane che Tu hai dato a noi.

1. Solo una goccia hai messo fra le mani mie,
solo una goccia che Tu ora chiedi a me...
Una goccia che in mano a Te, una pioggia diventerà
e la terra feconderà.

2. Le nostre gocce, pioggia fra le mani tue,
saranno linfa di una nuova civiltà.
E la terra preparerà la festa del pane che
ogni uomo condividerà.

RIT. Sulle strade, il vento da lontano porterà
il profumo del frumento, che tutti avvolgerà.
E sarà l’amore che il raccolto spartirà
e il miracolo del pane in terra si ripeterà.
76. FEDE È

1. Fede è: è cercare Colui che non conosci;
è conoscere colui che non vedi;
è vedere Colui che non tocchi;
è toccare Colui che tu ami;
è amare Colui che già: ti ha cercato, ti ha conosciuto
e ti ha visto, ti ha toccato, ti ha amato.

RIT. È fidarsi di Chi di te si è già fidato
affidando alle tue fragili mani un dono d’amore
che vale ogni rischio (2 volte).

2. Gioia è: è una stretta di mano di un amico;
è un amico che ti dice: “io ti amo”;
è un amore che sboccia per incanto;
è un incanto che esplode nella mente;
è amare Colui che già: è tuo amico, stringe la mano
e ti ama come un incanto, che ti esplode.

3. Vita è: è l’aurora che illumina il tuo cuore;
è il cuore che incontra il suo amore;
è l’amore che forma un bambino;
è un bambino che nasce come un canto;
è amare Colui che già: è come aurora nel tuo cuore
ed è amore per un bambino che oggi nasce.
77. ISAIA 11

Rit. Ed un virgulto sul tronco di Jesse
domani germoglierà
un ramoscello dalle sue radici
a vessillo si eleverà

1. Su Lui sapienza, intelletto, consiglio, fortezza e timor del Signor.
La sua parola sarà come verga e dal male ci libererà. Rit.

2. L’agnello e il lupo insieme staranno e accanto al capretto vivran.
Pascoleranno con l’orsa e il leone, un fanciullo li guiderà. Rit.

3. Ed in quel giorno di nuovo il Signore la mano su lui stenderà.
Come vessillo il germoglio di Jesse sui popoli si eleverà. Rit.
78. IO VEDO LA TUA LUCE

1. Tu sei prima d’ogni cosa prima d’ogni tempo
d’ogni mio pensiero prima della vita.
Una voce udimmo che gridava nel deserto
preparate la venuta del Signore.
Tu sei la Parola eterna della quale vivo
che mi pronunciò soltanto per amore.
E ti abbiamo visto predicare sulle strade
della nostra incomprensione senza fine.

RIT. Io ora so chi sei, io sento la tua voce
io vedo la tua luce, io so che tu sei qui.
E sulla tua parola io credo nell’amore,
io vivo nella pace, io so che tornerai.

2. Tu sei l’apparire dell’immensa tenerezza
di un amore che nessuno ha visto mai.
Ci fu dato il lieto annuncio della tua venuta:
noi abbiamo visto un uomo come noi.
Tu sei verità che non tramonta
sei la vita che non muore sei la via di un mondo nuovo.
E ti abbiamo visto stabilire la tua tenda
tra la nostra indifferenza d’ogni giorno.
79. CREDO IN TE

1. Credo in Te Signore credo nel tuo amore,
nella tua forza che sostiene il mondo.
Credo nel tuo sorriso che fa splendere il cielo
e nel tuo canto che mi dà gioia.

2. Credo in Te, Signore, credo nella tua pace
nella tua vita che fa bella la terra.
Nella tua luce che rischiara la notte,
sicura guida nel mio cammino.

3. Credo in Te Signore, credo che tu mi ami,
che mi sostieni, che mi doni il perdono.
Che tu mi guidi per le strade del mondo,
che mi darai la tua vita.
80. SALVE REGINA

Salve Regina! Madre di misericordia,
vita, dolcezza, speranza nostra, salve!
Salve Regina!
A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo piangenti in questa valle di lacrime.
Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi tuoi
mostraci dopo questo esilio
il frutto del tuo seno, Gesù.
Salve Regina! Madre di misericordia,
o clemente, o pia, o dolce Vergine, Maria! Salve Regina!
Salve Regina!
Salve! Salve!
81. SALVE REGINA

Salve, Regina, mater misericordiæ;
vita, dulcedo et spes nostra, salve.
Ad te clamamus, exsules filii Evæ.
Ad te suspiramus, gementes et flentes
In hac lacrimarum valle.
Eia ergo, advocata nostra,
Illos tuos misericordes oculos ad nos converte.
Et Iesum, benedictum fructum ventris tui,
nobis post hoc exsilium ostende.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo Maria.
82. ALTO E GLORIOSO DIO

Alto e glorioso Dio, illumina il cuore mio,
dammi fede retta, speranza certa carità perfetta.
Dammi umiltà profonda, dammi senno e cognoscimento,
che io possa sempre servire con gioia i tuoi comandamenti.
Rapisca ti prego Signore, l’ardente e dolce forza del tuo amore
la mente mia da tutte le cose, perché io muoia per amore tuo,
come Tu moristi per amor dell’amor mio.
Alto e glorioso Dio, illumina il cuore mio,
dammi fede retta, speranza certa carità perfetta.
Dammi umiltà profonda, dammi senno e cognoscimento,
che io possa sempre servire con gioia i tuoi comandamenti.
83. DOVE DUE O TRE

1. Dove due o tre sono uniti nel mio nome
io sarò con loro, pregherò con loro,
amerò con loro perché il mondo creda a Te, o Padre,
conoscere il tuo amore è avere vita con Te.

2. Voi che siete luce della terra, miei amici,
risplendete sempre della vera luce,
perché il mondo creda nell’amore che c’è in voi.
O Padre, consacrali per sempre a diano gloria a Te.

3. Ogni beatitudine vi attende nel mio giorno,
se sarete uniti, se sarete pace,
se sarete puri perché voi vedrete Dio, che è Padre,
in Lui la vostra vita gioia piena sarà.

4. Voi che ora siete miei discepoli nel mondo
siete testimoni di un amore immenso,
date prova di quella speranza che c’è in voi, coraggio,
vi guiderò per sempre, io rimango con voi.

5. Spirito che animi la Chiesa e la rinnovi,
donale fortezza, fa che sia fedele,
come Cristo che muore e risorge, perché il Regno del Padre
si compia in mezzo a noi e abbiamo vita in Lui,
e abbiamo vita in Lui.
84. MANI

1. Vorrei che le parole mutassero in preghiera
e rivederti, o Padre, che dipingevi il cielo.
Sapessi quante volte, guardando questo mondo,
vorrei che Tu tornassi a ritoccarne il cuore.
Vorrei che le mie mani avessero la forza
per sostenere chi non può camminare.
Vorrei che questo cuore che esplode in sentimenti
diventasse culla per chi non ha più madre...

RIT. Mani, prendi queste mie mani, fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.
Cuore prendi questo mio cuore, fa che si spalanchi al mondo
germogliando per quegli occhi che non sanno pianger più.

2. Sei tu lo spazio che desidero da sempre
so che mi stringerai e mi darai la mano.
Fa’ che le mie strade si perdano nel buio
e io cammini dove cammineresti Tu.
Tu soffio della vita, prendi la mia giovinezza
con le contraddizioni e le falsità,
strumento fa’ che sia per annunciare il Regno
a chi per queste vie Tu chiami beati.

3. Noi giovani di un mondo che cancella i sentimenti
e inscatola le forze nell’asfalto di città
Siamo stanchi di guardare, siamo stanchi di gridare,
ci hai chiamati siamo tuoi, cammineremo insieme.

RIT. Mani prendi queste nostre mani, fanne vita, fanne amore,
braccia aperte per ricevere chi è solo.
Cuori prendi questi nostri cuori, fa che siano testimoni
che tu chiami ogni uomo a far festa con Dio.
85. DALL’AURORA AL TRAMONTO

RIT. Dall’aurora io cerco Te, fino al tramonto ti chiamo;
ha sete solo di Te, l’anima mia come terra deserta.

1. Non mi fermerò un solo istante,
sempre canterò la tua lode,
perché sei il mio Dio, il mio riparo,
mi proteggerai all’ombra delle tue ali.

2. Non mi fermerò un solo istante,
io racconterò le tue opere,
perché sei il mio Dio, unico bene,
nulla mai potrà la notte contro di me.

RIT. Dall’aurora io cerco Te, fino al tramonto ti chiamo;
ha sete solo di Te, l’anima mia come terra deserta,
ha sete solo di Te, l’anima mia come terra deserta.
86. IL CANTO DELL’AMORE

1. Se dovrai attraversare il deserto,
non temere io sarò con te.
Se dovrai camminare nel fuoco
la sua fiamma non ti brucerà.
Seguirai la mia luce nella notte,
sentirai la mia forza nel cammino.
Io sono il tuo Dio, il Signore.

2. Sono io che ti ho fatto e plasmato,
ti ho chiamato per nome.
Io da sempre ti ho conosciuto
e ti ho dato il mio amore.
Perché tu sei prezioso ai miei occhi,
vali più del più grande dei tesori.
Io sarò con te, dovunque andrai.

3. Non pensare alle cose di ieri,
cose nuove fioriscono già.
Aprirò nel deserto sentieri,
darò acqua nell’aridità.
Perché tu sei prezioso ai miei occhi,
vali più del più grande dei tesori.
Io sarò con te, dovunque andrai.

Io ti sarò accanto, sarò con te.
Per tutto il tuo viaggio, sarò con te. (x2 volte)
87. LODI ALL’ALTISSIMO (M. Frisina)

Tu sei Santo, Signore Dio,
Tu sei forte, Tu sei grande.
Tu sei l’Altissimo, l’Onnipotente.
Tu Padre Santo, Re del cielo.
Tu sei Trino, Uno Signore,

Tu sei il bene, tutto il bene.
Tu sei l’Amore, Tu sei il vero,
Tu sei umiltà, Tu sei sapienza.
Tu sei bellezza, Tu sei la pace
La sicurezza, il gaudio, la letizia
Tu sei speranza, Tu sei giustizia
Tu temperanza ed ogni ricchezza.
Tu sei il Custode, Tu sei mitezza,

Tu sei rifugio, Tu sei fortezza.
Tu carità, fede e speranza,
Tu sei tutta la nostra dolcezza.
Tu sei la vita, eterno gaudio
Signore grande, Dio ammirabile
Onnipotente, o Creatore
O Salvatore di misericordia.
88. TU SEI SANTO (lodi di Dio Altissimo)

RIT. Tu sei Santo, Signore Dio
Fai cose grandi, meravigliose
Tu sei il Bene, il sommo Bene
Tu sei il Signore Onnipotente.

1. Tu sei forte, Tu sei grande
Tu sei l’Altissimo, l’Onnipotente
Tu sei presente, sei, per sempre Dio presente sei.

2. Tu sei Trino e un solo Dio
Tu sei il Re del cielo e della terra
Tu sei bellezza, sei, per sempre Dio bellezza sei.

3. Tu sei amore e carità.
Tu sei sapienza e umiltà
Tu sei letizia, sei, per sempre Dio letizia sei.

4. Tu sei la mia speranza e la mia forza
Tu sei la mia ricchezza e la mia gioia
Tu sei la pace, sei, per sempre Dio la pace sei.
89. LA MIA ANIMA CANTA

RIT. La mia anima canta la grandezza del Signore
Il mio spirito esulta nel mio Salvatore.
Nella mia povertà l’infinito mi ha guardata
In eterno ogni creatura mi chiamerà beata.

1. La mia gioia è nel Signore,
che ha compiuto grandi cose in me.
La mia lode al Dio fedele,
che ha soccorso il suo popolo
e non ha dimenticato
le sue promesse d’amore.

2. Ha disperso i superbi,
nei pensieri inconfessabili.
Ha deposto i potenti,
ha risollevato gli umili.
Ha saziato gli affamati
e ha aperto ai ricchi le mani.
90. PERCHÉ TU SEI CON ME (cfr. Salmo 22)

RIT. Solo tu sei il mio pastore
niente mai mi mancherà
Solo tu sei il mio pastore, o Signore.

1. Mi conduci dietro te sulle verdi alture
ai ruscelli tranquilli lassù,
dov’è più limpida l’acqua per me
dove mi fai riposare.

2. Anche fra le tenebre d’un abisso oscuro,
io non temo alcun male perché
tu mi sostieni, sei sempre con me
rendi il sentiero sicuro.

3. Siedo alla tua tavola che mi hai preparato
ed il mio calice è colmo per me
di quella linfa di felicità
che per amore hai versato.

4. Sempre mi accompagnano lungo estati e inverni
la tua grazia, la tua fedeltà,
nella tua casa io abiterò
fino alla fine dei giorni.
91. CHI CI SEPARERÀ (cfr. Rm 8, 35)

1. Chi ci separerà dal Suo amore,
la tribolazione, forse la spada ?
Né morte o vita ci separerà
dall’amore in Cristo Signore.

2. Chi ci separerà dalla Sua pace
la persecuzione, forse il dolore ?
Nessun potere ci separerà
da Colui che è morto per noi.

3. Chi ci separerà dalla Sua gioia
chi potrà strapparci il Suo perdono ?
Nessuno al mondo ci allontanerà
dalla vita in Cristo Signore.
92. DEL TUO SPIRITO SIGNORE

RIT. Del tuo Spirito, Signore,
è piena la terra, è piena la terra.

1. Benedici il Signore, anima mia,
Signore, Dio, tu sei grande!
Sono immense, splendenti
tutte le tue opere e tutte le creature.

2. Se tu togli il tuo soffio muore ogni cosa
e si dissolve nella terra.
Il tuo spirito scende:
tutto si ricrea e tutto si rinnova.

3. La tua gloria, Signore, resti per sempre.
Gioisci, Dio, del creato.
Questo semplice canto
salga a te Signore, sei tu la nostra gioia.
93. RE DI GLORIA

1. Ho incontrato Te Gesù e ogni cosa in me è cambiata
tutta la mia vita ora ti appartiene
tutto il mio passato io lo affido a Te
Gesù Re di gloria mio Signor.

2. Tutto in Te riposa, la mia mente il mio cuore
trovo pace in Te Signor, Tu mi dai la gioia
voglio stare insieme a Te, non lasciarti mai
Gesù Re di Gloria mio Signor.

RIT. Dal tuo amore chi mi separerà
sulla croce hai dato la vita per me
una corona di gloria mi darai
quando un giorno ti vedrò.
Io ti aspetto, mio Signor
Io ti aspetto, mio Re.
94. SALDO È IL MIO CUORE (cfr. Sal 57, Sal 108)

RIT. Saldo è il mio cuore, Dio
Voglio cantare al Signor.
Svegliati, mio cuore, svegliatevi arpa e cetra
Voglio svegliare l’aurora
Svegliati, mio cuore, svegliatevi arpa e cetra
Voglio svegliare l’aurora.

1. Ti loderò tra i popoli Signore; a te canterò inni tra le genti;
poiché‚ la tua bontà è grande fino ai cieli
e la tua fedeltà fino alle nubi.

2. Innalzati sopra i cieli, o Signore,
su tutta la terra splenda la tua gloria.
Perché siano liberati i tuoi amici,
salvaci con la tua potente destra.

3. Dio ha parlato nel suo santuario,
contro il nemico ci darà soccorso.
Con Dio noi faremo cose grandi
ed egli annienterà chi ci opprime.
95. MIRA IL TUO POPOLO

1. Mira il tuo popolo bella signora
che pien di giubilo oggi ti onora.
Anch’io festevole corro ai tuoi piè
O Santa Vergine prega per me!

2. Il pietosissimo tuo dolce cuore
Egli è rifugio al peccatore.
Tesori e grazie racchiude in sé:
O Santa Vergine prega per me!

3. In questa misera valle infelice
Tutti ti invocano soccorritrice!
Questo bel titolo conviene a te:
O Santa Vergine prega per me!
96. SANTA MARIA DEL CAMMINO

1. Mentre trascorre la vita, solo tu non sei mai:
Santa Maria del cammino sempre sarà con te!

RIT. Vieni, o Madre, in mezzo a noi.
Vieni Maria quaggiù.
Cammineremo insieme a Te,
verso la libertà.

2. Quando qualcuno ti dice: “Nulla mai cambierà”
Lotta per un mondo nuovo, lotta per la verità.

3. Lungo la strada la gente chiusa in se stessa va
Offri per primo la mano a chi è vicino a te.

4. Quando ti senti ormai stanco e sembra inutile andar,
tu vai tracciando un cammino: un altro ti seguirà.
97. REGINA COELI

Regina cœli lætàre, alleluia,
Quia quem meruìsti portare, alleluia,
Resurrexit sicut dixit, alleluia,
Ora pro nobis Deo, alleluia.
98. NOI CANTEREMO GLORIA A TE

1. Noi canteremo gloria a te, Padre che dai la vita,
Dio d’immensa carità, Trinità infinita.

2. Tutto il creato vive in te, segno della tua gloria,
tutta la storia ti darà onore e vittoria.

3. La tua parola venne a noi, annuncio del tuo dono:
la tua promessa porterà salvezza e perdono.

4. Dio si è fatto come noi, è nato da Maria:
egli nel mondo ormai sarà verità, vita e via.

5. Cristo è apparso in mezzo a noi, Dio ci ha visitato:
Tutta la terra adorerà quel Bimbo che ci è nato.

6. Cristo il Padre rivelò, per noi aprì il suo cielo:
egli un giorno tornerà glorioso nel suo regno

7. Manda, Signore, in mezzo a noi, manda il Consolatore:
lo Spirito di Santità, Spirito dell’amore.

8. Vieni, Signore, in mezzo ai tuoi, vieni nella tua casa:
dona la pace e l’unità, raduna la Tua Chiesa.
99. DIO S’È FATTO COME NOI

RIT. Vieni Gesù, resta con noi, resta con noi!
1. Viene dal grembo di una donna, la Vergine Maria.

2. Tutta la storia l’aspettava: il nostro Salvatore.

3. Egli era un uomo come noi, e ci ha chiamato amici.

4. Egli ci ha dato la sua vita, insieme a questo pane.

5. Noi che mangiamo questo pane, saremo tutti amici.

6. Noi che crediamo nel suo amore, vedremo la sua gloria.> 7. Vieni Signore, in mezzo a noi: resta con noi per sempre.
100. NEI CIELI UN GRIDO RISUONÒ

1. Nei cieli un grido risuonò, alleluia!
Cristo Signore trionfò, alleluia!

RIT. Alleluia, alleluia, alleluia!

2. Morte di croce Egli patì, alleluia!
Ora al suo cielo risalì, alleluia!

3. Cristo ora è vivo in mezzo a noi, alleluia!
Noi risorgeremo insieme a Lui, alleluia!

4. Tutta la terra acclamerà, alleluia!
tutto il cielo griderà, alleluia!

5. Gloria alla Santa Trinità, alleluia!
Ora e per l’eternità, alleluia!
101. SIGNORE ASCOLTA, PADRE PERDONA

RIT. Signore, ascolta: Padre, perdona!
Fa’ che vediamo il tuo amore.

1. A te guardiamo, Redentore nostro;
da te speriamo gioia di salvezza,
fa’ che troviamo grazia di perdono.

2. Ti confessiamo ogni nostra colpa,
riconosciamo ogni nostro errore
e ti preghiamo: dona il tuo perdono.

3. O buon Pastore, tu che dai la vita,
Parola certa, Roccia che non muta,
perdona ancora con pietà infinita.
102. PURIFICAMI, O SIGNORE (Salmo 50)

RIT. Purificami o Signore.
Sarò più bianco della neve.

1. Pietà di me, o Dio, nel tuo amore:
nel tuo affetto cancella il mio peccato
e lavami da ogni mia colpa,
purificami da ogni mio errore.

2. II mio peccato, io lo riconosco,
il mio errore mi è sempre dinanzi:
contro te, contro te solo ho peccato,
quello che è male ai tuoi occhi io l’ho fatto.

3. Cosi sei giusto nel tuo parlare
e limpido nel tuo giudicare.
Ecco, malvagio sono nato,
peccatore mi ha concepito mia madre.

4. Ecco, ti piace verità nell’intimo,
e nel profondo mi insegni sapienza.
Se mi purifichi con issopo, sono limpido,
se mi lavi, sono più bianco della neve.

5. Fammi udire gioia e allegria:
esulteranno le ossa che hai fiaccato.
Dai miei errori nascondi il tuo volto
e cancella tutte le mie colpe!

6. Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito fermo.
Non cacciarmi lontano dal tuo volto,
non mi togliere il tuo spirito di santità.

7. Ritorni a me la tua gioia di salvezza,
sorreggi in me uno spirito risoluto.
Insegnerò ai peccatori le tue vie
e gli erranti ritorneranno a te.

8. Liberami dal sangue, o Dio, mia salvezza,
e la mia lingua griderà la tua giustizia.
Signore, aprirai le mie labbra,
la mia bocca annuncerà la tua lode.

9. Le vittime non ti sono gradite:
se ti offro un olocausto, non lo vuoi.
La mia vittima è il mio spirito affranto:
non disprezzi un cuore affranto e fiaccato.

10. Nella tua bontà favorisci Sion,
ricostruisci le mura di Gerusalemme:
e gradirai vittime di giustizia,
e offriamo vitelli sul tuo altare.

11. Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio, Gesù Cristo, Signore,
allo Spirito Santo, Amen,
nei secoli dei secoli. Amen.
103. ADESTE FIDELES

Adeste, fideles, laeti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem:
natum videte regem angelorum,
RIT. venite adoremus, venite adoremus,
venite adoremus dominum.

En grege relicto, humiles ad cunas
vocati pastores adpropterant.
Et nos ovanti gradu festinemus:
RIT.

Aeterni parentis splendorem aeternum
velatum sub carne videbimus:
Deum infantem, pannis involutum.
RIT.

Pro nobis egenum et foeno cubantem
piis foveamus amplexibus:
si nos amantem quis non redamaret?
RIT.
104. VENITE FEDELI

1. Venite fedeli, lieti ed esultanti,
venite, venite a Betlehem.

RIT. Nasce per noi Cristo salvatore. Venite adoriamo,
venite adoriamo, venite adoriamo, Gesù Redentor.

2. Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
si è fatto bambino a Betlehem.

3. La notte risplende, brilla in una grotta
la luce del mondo a Betlehem.

4. Il gregge han lasciato, gli umili pastori,
chiamati dall’angelo Betlehem.

5. Nell’alto dei cieli gloria al Signore
e pace di amore qui in terra.
105. TU SCENDI DALLE STELLE

1. Tu scendi dalle stelle o Re del cielo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo
e vieni in una grotta al freddo e al gelo.
O Bambino mio divino
io ti vedo qui a tremar, o Dio beato,
ahi quanto ti costò l’avermi amato
ahi quanto ti costò l’avermi amato.

2. A Te che sei del mondo il creatore
mancaron panni e fuoco, o mio Signore
mancaron panni e fuoco, o mio Signore.
Caro eletto pargoletto,
quanto questa povertà più m’innamora,
giacché ti fece amor povero ancora
giacché ti fece amor povero ancora.

3. Tu lasci del tuo Padre il divin seno
per venire a tremar su questo fieno
per venire a tremar su questo fieno.
Dolce amore del mio cuore,
dove amor ti trasportò! O Gesù mio,
perché un tal patir per amor mio?
perché un tal patir per amor mio?

4. Ma se fu tuo volere il tuo patire,
perché vuoi pianger poi, perché vagire?
Perché vuoi pianger poi, perché vagire?
Sposo mio, amato Dio, mio Gesù, t’indenso sì!
Ah, mio Signore!
Tu piangi non per duol, ma per amore.
Tu piangi non per duol, ma per amore.

5. Tu piangi per vederti da me ingrato
dopo sì grande amor, sì poco amato!
dopo sì grande amor, sì poco amato!
O diletto del mio petto,
Se già un tempo fu così, or te sol bramo
Caro non pianger più, ch’io t’amo e t’amo.
Caro non pianger più, ch’io t’amo e t’amo.
106. ASTRO DEL CIEL

1. Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!
Tu che i Vati da lungi sognar, tu che angeliche voci nunziar,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!

2. Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!
Tu di stirpe regale decor, Tu virgineo, mistico fior,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!

3. Astro del ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!
Tu disceso a scontare l’error, Tu sol nato a parlare d’amor,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
107. PER I COLLI E LE VALLATE

1. Per i colli e le vallate questo canto annuncerà:
Oggi è nato il Salvatore, la Sua luce splenderà.

RIT. Gloria, gloria, gloria, in excelsis Deo (2v)

2. Oggi è nato il Salvatore, tutto il mondo lo vedrà
Chi lo cerca con amore il Suo volto scoprirà.

3. Oggi è nato il Salvatore, l’universo esulterà
la giustizia, la Sua pace sulla terra fioriran.

4. Oggi è nato il Salvatore, ogni uomo cambierà
E ferito dal dolore, alla gioia nascerà.
108. T’ADORIAM OSTIA DIVINA

T’adoriam, ostia divina,
t’adoriam, ostia d’amor:
Tu degli Angeli il sospiro,
tu dell’uomo sei l’onor!


RIT. T’adoriam ostia divina, t’adoriam ostia d’amor.

2. T’adoriam, ostia divina,
t’adoriam, ostia d’amor:
tu dei forti la dolcezza,
tu dei deboli il vigor.

3. T’adoriam, ostia divina,
t’adoriam, ostia d’amor:
tu salute dei viventi,
tu speranza di chi muor.

4. T’adoriam, Ostia divina,
t’adoriam, Ostia d’amor.
Ti conosca il mondo e t’ami,
tu la gioia d’ogni cuor.
109. TI RINGRAZIO

1. Ti ringrazio, o mio Signore
per le cose che sono nel mondo
per la vita che tu mi hai donato
per l’amore che tu nutri per me.

RIT. Alleluia, o mio Signore, Alleluia o Dio del cielo
Alleluia, o mio Signore, Alleluia o Dio del ciel.

2. Come il pane che abbiamo spezzato
era sparso in grani sui colli,
così unisci noi, sparsi nel mondo,
in un Corpo che sia solo per te.

3. Quell’amore che unisce Te al Padre
sia la forza che unisci i fratelli
ed il mondo conosca la pace:
la tua gioia regni sempre tra noi.
110. IO CREDO: RISORGERÒ!

RIT. Io credo, risorgerò
Questo mio corpo vedrà il Salvator!

1. Prima che io nascessi, mio Dio, Tu mi conosci:
ricordati, Signore, che l’uomo è come l’erba,
come il fiore del campo.

2. Ora è nelle tue mani quest’anima che mi hai data:
accoglila, Signore, da sempre Tu l’hai amata,
è preziosa ai tuoi occhi.

3. Padre, che mi hai formato a immagine del tuo volto:
conserva in me, Signore, il segno della tua gloria,
che risplenda in eterno.

4. Cristo, mio Redentore, risorto nella luce:
io spero in te, Signore: hai vinto, mi hai liberato,
dalle tenebre eterne.

5. Spirito della vita, che abiti nel mio cuore:
rimani in me, Signore, rimani oltre la morte,
per i secoli eterni.
111. TE LODIAMO TRINITÀ

1. Te lodiamo, Trinità; nostro Dio, t’adoriamo;
Padre dell’umanità, la tua gloria proclamiamo.

RIT. Te lodiamo, Trinità, per l’immensa tua bontà.

2. Tutto il mondo annuncia te: tu lo hai fatto come un segno.
Ogni uomo porta in sé il sigillo del tuo regno.

3. Noi crediamo solo in te, nostro Padre e Creatore.
Noi speriamo solo in te, Gesù Cristo, Salvatore.

4. Infinita carità santo Spirito d’amore
luce, pace e verità, regna sempre nel mio cuore
112. INNI E CANTI

1. Inni e canti sciogliamo fedeli,
al Divino eucaristico Re.
Egli ascoso nei mistici veli
cibo all’alma fedele si diÈ.

RIT. Dei tuoi figli lo stuolo qui prono

o Signor dei potenti, ti adora:
per i miseri implora perdono
per i deboli implora pietà.

2. Sotto i veli che il grano compose
su quel trono raggiante di luce
il Signor dei signori s’ascose
per avere l’impero dei cuor.

3. O Signor che dall’ostia radiosa
sol di pace ne parli e d’amor.
in Te l’alma smarrita riposa,
in Te spera chi lotta e chi muor.
113. LE TUE MANI

1. Le tue mani son piene di fiori
dove li portavi fratello mio?
Li portavo alla tomba di Cristo
ma l’ho trovata vuota fratello mio.

RIT. Alleluia, alleluia. Alleuia, alleluia.

2. I tuoi occhi riflettono gioia,
dimmi cosa hai visto fratello mio?
Ho veduto morire la morte,
ecco cosa ho visto fratello mio.

3. Hai portato una mano all’orecchio
dimmi cosa ascolti fratello mio?
Sento squilli di trombe lontane
sento cori d’angeli fratello mio.
114. LE MANI ALZATE

RIT. Le mani alzate verso Te, Signor
per offrirti il mondo.
Le mani alzate verso Te, Signor
gioia in me nel profondo.

1. Guardaci Tu, Signore, siamo Tuoi
piccoli siam davanti a Te.
Come ruscelli siamo d’acqua limpida
semplici e puri innanzi a Te.

2. Guardaci Tu, Signore, siamo Tuoi
nulla noi siamo senza Te.
Fragili in Te, Signor, della tua gioia,
daremo gioia al mondo inter.

3. Riempici Tu, Signore, siamo Tuoi
donaci Tu, il Consolator.
Vivremo in Te, Signor della tua gioia,
daremo gioia al mondo inter.

4. Usaci Tu, Signore, siamo Tuoi
nulla possiamo senza Te.
Nel nome Tuo potremo far prodigi
nulla potremo senza Te.
115. QUANTA SETE NEL MIO CUORE

1. Quanta sete nel mio cuore: solo in Dio si spegnerà.
Quanta attesa di salvezza: solo in Dio si sazierà.
L’acqua viva ch’Egli dà sempre fresca sgorgherà.

RIT. Il Signore è la mia vita, il Signore è la mia gioia.

2. Se la strada si fa oscura, spero in lui: mi guiderà.
Se l’angoscia mi tormenta, spero in lui: mi salverà.
Non si scorda mai di me, presto a me riapparirà.

3. Nel mattino io t’invoco: tu, mio Dio, risponderai.
Nella sera rendo grazie: tu, mio Dio ascolterai.
Al tuo monte salirò e vicino ti vedrò.
116. QUANDO BUSSERÒ

1. Quando busserò alla tua porta avrò fatto tanta strada,
avrò piedi stanchi e nudi, avrò mani bianche e pure (x2 volte)
O mio Signore!

2. Quando busserò alla tua porta avrò frutti da portare,
avrò ceste di dolore, avrò grappoli d’amore (x2 volte),
O mio Signore!

3. Quando busserò alla tua porta avrò amato tanta gente,
avrò amici da ritrovare, e nemici per cui pregare (x2 volte),
O mio Signore!
117. AVE MARIA (Verbum Panis)

RIT. Ave Maria, Ave.
Ave Maria, Ave.

1. Donna dell’attesa e madre di speranza
Ora pro nobis.
Donna del sorriso e madre del silenzio
Ora pro nobis.
Donna di frontiera e madre dell’ardore
Ora pro nobis.
Donna del riposo e madre del sentiero
Ora pro nobis.

2. Donna del deserto e madre del respiro
Ora pro nobis.
Donna della sera e madre del ricordo
Ora pro nobis.
Donna del presente e madre del ritorno
Ora pro nobis.
Donna della terra e madre dell’amore
Ora pro nobis.
118. ECCOMI

RIT. Eccomi, eccomi!
Signore io vengo.
Eccomi, eccomi!
Si compia in me la tua volontà.

1. Nel mio Signore ho sperato
e su di me s’è chinato,
ha dato ascolto al mio grido,
m’ha liberato dalla morte.

2. I miei piedi ha reso saldi,
sicuri ha reso i miei passi.
Ha messo sulla mia bocca
un nuovo canto di lode.

3. Il sacrificio non gradisci,
ma m’hai aperto l’orecchio,
non hai voluto olocausti,
allora ho detto: Io vengo!

4. Sul tuo libro di me è scritto:
Si compia il tuo volere.
Questo, mio Dio, desidero,
la tua legge è nel mio cuore.

5. La tua giustizia ho proclamato,
non tengo chiuse le labbra.
Non rifiutarmi Signore,
la tua misericordia.
119. LO SPIRITO DEL SIGNORE

1. Lo Spirito del Signore è su di me
lo Spirito con l’unzione mi ha consacrato,
lo Spirito mi ha mandato
ad annunziare ai poveri
un lieto messaggio di salvezza.

2. Lo Spirito di Sapienza è su di me
per essere luce e guida sul mio cammino,
mi dona un linguaggio nuovo
per annunziare agli uomini
la tua Parola di salvezza.

3. Lo Spirito di fortezza è su di me
per testimoniare al mondo la sua Parola,
mi dona il suo coraggio
per annunciare al mondo
l’avvento glorioso del tuo regno.

4. Lo Spirito del timore è su di me
per rendermi testimone del suo perdono,
purifica il mio cuore
per annunciare agli uomini
le opere grandi del Signore.

5. Lo Spirito della pace è su di me
e mi ha colmato il cuore della sua gioia,
mi dona un canto nuovo
per annunziare al mondo
il giorno di grazia del Signore.

6. Lo Spirito dell’Amore è su di me
perché possa dare al mondo la mia vita,
mi dona la sua forza
per consolare i poveri,
per farmi strumento di salvezza. RIT.
120. OSANNA AL FIGLIO DI DAVID

RIT. Osanna al Figlio di David,
osanna ai Redentor!

1. Apritevi, o porte eterne:
avanzi il Re della gloria;
nei cieli e sulla terra
eterno è il suo poter.

2. Ad una voce sola
gridiamo a Dio che venga,
su questa nostra terra
Lui solo a regnar.

3. O luce e splendore del Padre,
illumina le menti,
accogli i nostri cuori,
o Cristo Redentor!

4. Sia luce nella notte,
conforto nel cammino,
il pane e la parola
e pace ad ogni cuor.

5. Onore, lode e gloria
al Padre e al Figlio,
e allo Spirito Santo,
nei secoli sarà.
121. TI SALUTO, O CROCE SANTA

RIT. Ti saluto, o Croce santa,
che portasti il Redentor;
gloria, lode, onor ti canta
ogni lingua ed ogni cuor.

1. Sei vessillo glorioso di Cristo,
sei vittoria e segno d’amor,
il suo sangue innocente fu visto
come fiamma sgorgare dal cuor

2. Tu nascesti fra le braccia amorose
d’una Vergine Madre, o Gesù.
Tu moristi fra braccia pietose
d’una croce che data ti fu.

3. O Agnello divino immolato
sull’altar della croce, pietà!
Tu che togli dal mondo il peccato,
salva l’uomo che pace non ha.

4. Del giudizio nel giorno tremendo
sulle nubi del cielo verrai:
piangeranno le genti vedendo
qual trofeo di gloria sarai.
122. COME FUOCO VIVO

RIT. Come fuoco vivo si accende in noi
un’immensa felicità
che mai più nessuno ci toglierà
perché Tu sei ritornato.
Chi potrà tacere, da ora in poi,
che sei Tu in cammino con noi.
Che la morte è vinta per sempre,
che ci hai ridonato la vita

1. Spezzi il pane davanti a noi
mentre il sole è al tramonto:
ora gli occhi ti vedono,
sei Tu ! Resta con noi.

2. E per sempre ti mostrerai
in quel gesto d’amore:
mani che ancora spezzano
pane d’eternità.
123. TE DEUM

Noi ti lodiamo, Dio,
ti proclamiamo Signore.
O eterno Padre,
tutta la terra ti adora.
A te cantano gli angeli
e tutte le potenze dei cieli:
Santo, Santo, Santo
il Signore Dio dell'universo.
I cieli e la terra sono pieni
della tua gloria.
Ti acclama
il coro degli apostoli
e la candida schiera dei martiri;
le voci dei profeti si uniscono
nella tua lode;
la santa Chiesa proclama
la tua gloria,
adora il tuo unico Figlio,
e lo Spirito Santo Paraclito.
O Cristo, re della gloria,
eterno Figlio del Padre,
tu nascesti
dalla Vergine Madre
per la salvezza dell'uomo.
Vincitore della morte,
hai aperto
ai credenti
il regno dei cieli.
Tu siedi alla destra di Dio,
nella gloria del Padre.
Verrai a giudicare il mondo
alla fine dei tempi.
Soccorri i tuoi figli, Signore,
che hai redento
col tuo sangue prezioso.
Accoglici nella tua gloria
nell'assemblea dei santi.
Salva il tuo popolo, Signore,
guida e proteggi i tuoi figli.
Ogni giorno
ti benediciamo,
lodiamo il tuo nome
per sempre.
Degnati oggi, Signore,
di custodirci senza peccato.
Sia sempre con noi
la tua misericordia: in te abbiamo sperato.
Pietà di noi,
Signore,
pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza,
non saremo confusi in eterno.

Te Deum laudámus:
te Dóminum confitémur.
Te aetérnum Patrem,
omnis terra venerátur.
tibi omnes ángeli,
tibi caeli
et univérsae potestátes:
tibi chérubim et séraphim
incessábili voce proclámant:
Sanctus, Sanctus, Sanctus,
Dòminus Deus Sábaoth.
Pleni sunt caeli et terra
maiestátis glóriae tuae.
Te gloriòsus
apostolòrum chorus,
te prophetárum
laudábilis númerus,
te mártyrum candidátus
laudat exércitus.
Te per orbem terrarum
sancta confitétur Ecclésia,
Patrem imménsae maiestátis;
venerándum tuum verum
et únicum Filium;
Sanctum quoque
Paráclitum Spíritum.
Tu rex glòriae, Christe.
Tu Patris sempitérnus es Filius.
Tu, ad liberándum susceptúrus
hóminem,
non horrúisti Virginis úterum.
Tu, devícto mortis acúleo,
aperuísti credéntibus regna caelórum.
Tu ad déxteram Dei sedes,
in glória Patris.
Iudex créderis esse ventúrus.
Te ergoquǽsumus,
tuis famulis súbveni,
quos pretiòso sanguine redemísti.
Ætérna fac curo sanctis tuis
in glória numerári.
Salvum fac pópulum tuum, Dómine,
et bénedic hereditáti tuae.
Et rege eos, et extólle illos
usque in aetérnum.
Per síngulos dies benedícimus te;
et laudámus nomen tuum
in sǽculum, et in sǽculum sǽculi.
Dignáre, Dòmine,
die isto sine peccáto nos custodíre.
Miserére nostri, Dómine, miserére nostri.
Fiat misericórdia tua,
Dómine, super nos,
quemádmodum sperávimus in te.
In te, Dómine, sperávi:
non confúndar in aetérnum

124. TU SEI

Tu sei la prima stella del mattino,
tu sei la nostra grande nostalgia,
tu sei il cielo chiaro dopo la paura,
dopo la paura di esserci perduti,
e tornerà la vita in questo mare. (x2 volte)

RIT. Soffierà, soffierà
il vento forte della vita,
soffierà sulle vele
e le gonfierà di te!(x2 volte)

Tu sei l’unico volto della pace,
tu sei la speranza nelle nostre mani,
tu sei il vento nuovo sulle nostre ali,
sulle nostre ali soffierà la vita,
e gonfierà le vele per questo mare. (x2 volte) RIT.
125. LA CARITÀ

Se parlassi tutte le lingue della terra
ma l’amore non ho;
sono un bronzo echeggiante
un cembalo sonante.
Avessi pur la profezia
conoscessi tutta la scienza,
possedessi una fede da trasportar le montagne,
ma se l’amore non ho.
Sono un niente perché un uomo
non è uomo se non ama,
Sono un niente perché un uomo
non è uomo se non ama.
Distribuissi ai poveri i miei beni
e il mio corpo dessi alle fiamme,
ma se l’amore non ho
niente mi giova.
Passeranno le profezie,
taceranno tutte le lingue,
la scienza un giorno finirà;
ma l’amore mai tramonterà
perché tutto crede, tutto spera,
tutto scusa, tutto soffre,
non va in cerca del suo
ma gode della verità.
non va in cerca del suo, ma gode della verità.
126. POPOLI TUTTI

Mio Dio, Signore, nulla è pari a Te.
ora e per sempre, voglio lodare
il Tuo grande amor per noi.
Mia roccia Tu sei,
pace e conforto mi dai.
Con tutto il cuore e le mie forze,
sempre io Ti adorerò.

RIT. Popoli tutti acclamate al signore
gloria e potenza cantiamo al re,
mari e monti si prostino a te,
al tuo nome, o signore.
canto di gioia per quello che fai,
per sempre signore con te restero’,
non c’è promessa, non c’è fedelta’ che in te.

Mio Dio, Creatore,
tutto mi parla di Te,
ora e per sempre voglio cantare
la Tua presenza qui tra noi.
Mia forza, Tu sei,
scudo e difesa mi dai,
con tutto me stesso
e la mia vita,
sempre io Ti amerò!
127. FRUTTO DELLA NOSTRA TERRA

Frutto della nostra terra, del lavoro di ogni uomo:
pane della nostra vita, cibo della quotidianità.
Tu che lo prendevi un giorno, lo spezzavi per i tuoi,
oggi vieni in questo pane, cibo vero dell’umanità.

RIT. E sarò pane, e sarò vino nella mia vita, nelle tue mani.
Ti accoglierò dentro di me, farò di me un’offerta viva,
un sacrificio gradito a Te.

Frutto della nostra terra, del lavoro di ogni uomo:
vino delle nostre vigne, sulla mensa dei fratelli tuoi.
Tu che lo prendevi un giorno, lo bevevi con i tuoi,
oggi vieni in questo vino e ti doni per la vita mia. RIT.
128. ISAIA 62

Io gioisco pienamente nel Signore,
la mia anima esulta nel mio Dio,
mi ha rivestito delle vesti di salvezza,
mi ha avvolto con il manto della giustizia.
Come uno sposo che si cinge il diadema
Come una sposa che si adorna di gioielli
Come la terra fa germogliare i semi
Così il Signore farà germogliare la giustizia.

RIT. Nessuno ti chiamerà più abbandonata
Né la sua terra sarà più detta devastata
Ma tu sarai chiamata mio compiacimento
e la tua terra sposata.
Perché di te si compiacerà il Signore
e la tua terra avrà uno sposo.

Per amore di Sion non mi terrò in silenzio,
per amore di Gerusalemme non mi darò pace,
finché non sorga come stella la sua giustizia,
la sua salvezza non risplenda come lampada.
Allora i popoli vedranno la tua giustizia,
tutti i re la tua gloria,
ti si chiamerà con un nome nuovo
che la bocca del Signore avrà indicato. RIT.

Sarai una magnifica corona
nella mano del Signore,
un diadema regale nella palma del tuo Dio.
Sì, come una giovane sposa una vergine

così ti sposerà il tuo creatore
come gioisce lo sposo per la sposa
così per te gioirà il tuo Dio. RIT.
129. NOTTE DI LUCE

1.Notte di luce, colma è l’attesa, notte di speranza:
vieni Gesù, Verbo del Padre, vesti il silenzio,

RIT. Sia gloria nei cieli, sia pace quaggiù,
sia gloria nei cieli, sia pace quaggiù.

2.Giorno d’amore, nuova alleanza , giorno di salvezza: vieni Gesù,
Sposo fedele, vesti la carne. RIT.

3.Alba di pace, Regno che irrompe, alba di perdono: vieni Gesù,
Santo di Dio, vesti il peccato. RIT.
130. AMATEVI FRATELLI

Amatevi, fratelli, come io ho amato voi!
Avrete la mia gioia, che nessuno vi toglierà.
Avremo la sua gioia, che nessuno ci toglierà.
Vivete insieme uniti, come il Padre è unito a me!
Avrete la mia vita, se l’Amore sarà con voi!
Avremo la sua vita, se l’amore sarà con noi!
Vi dico queste parole, perché abbiate in voi la gioia!
Sarete miei amici, se l’Amore sarà con voi!
Saremo suoi amici, se l’amore sarà con noi!
131. VI DARÒ UN CUORE NUOVO (Ez 36)

RIT. Vi darò un cuore nuovo,
metterò dentro di voi,
uno spirito nuovo.

1.Vi prenderò dalle genti: vi radunerò da ogni terra e vi condurrò
sul vostro suolo. RIT.

2.Vi aspergerò con acqua pura: e io vi purificherò e voi sarete
purificati. RIT.

3.Io vi libererò, da tutti i vostri peccati, da tutti i vostri idoli. RIT.

4.Porrò il mio spirito dentro di voi, voi sarete il mio popolo e io sarò

il vostro Dio. RIT.
132. SOLO IN DIO

RIT. Solo in Dio riposa l’anima mia,
da lui la mia speranza.

1.Lui solo è mia rupe e mia salvezza,
mia roccia di difesa, non potrò vacillare. RIT.

2.In Dio è la mia salvezza e la mia gloria,
il mio saldo rifugio, la mia difesa. RIT.

3.Confida sempre in lui, o popolo:
davanti a Lui effondi il tuo cuore. RIT.

4.Poiché il potere appartiene a Dio:
tua, Signore, è la grazia. RIT.
133. SE NON RITORNERETE COME BAMBINI

RIT. Se non ritornerete come bambini,
non entrerete mai! (2 v.)

1.La mia porta sarà chiusa
per il ricco e per il forte,
per tutti quelli che non hanno amato,
per chi ha giocato con la morte,
per gli uomini per bene,
per chi cerca la sua gloria,
per tutti quelli che hanno amato,
per i grandi della storia. RIT.

2.Non c’è posto per quell’uomo
che non vende la sua casa
per acquistare il campo
dove ho nascosto il mio tesoro.
Ma per tutti gli affamati,
gli assetati di giustizia,
ho spalancato le mie porte,
ho preparato la mia gioia. RIT.

3.Per chi fu perseguitato,
per chi ha pianto nella notte,
per tutti quelli che hanno amato,
per chi ha perduto la sua vita;
la mia casa è stata aperta,
la mia tavola imbandita,
per tutti quelli che hanno amato,
per chi ha perduto la sua vita. RIT.
134. CIELI E TERRA NUOVA

RIT. Cieli e terra nuova il Signor darà,
in cui la giustizia sempre abiterà.

1. Tu sei Figlio di Dio e dai la libertà;
il tuo giudizio finale sarà la carità. RIT.

2. Vinta sarà la morte, in Cristo risorgerem;
e nella gloria di Dio per sempre noi vivrem. RIT.

3. Il suo è regno di vita, di amore, di verità,
di pace, di giustizia, di gloria e santità. RIT.
135. ADORO TE

1.Sei qui davanti a me, o mio Signore,
sei in questa brezza che ristora il cuore.
Roveto che mai si consumerà,
presenza che riempie l’anima.

RIT. Adoro Te, fonte della vita,
adoro Te, trinità infinità,
i miei calzari leverò
su questo santo suolo,
alla presenza tua mi prostrerò.

2.Sei qui davanti a me, o mio Signore,
nella tua grazia trovo la mia gioia.
lo lodo, ringrazio e prego perché
il mondo ritorni a viver in Te. RIT.
136. BEATI QUELLI CHE ASCOLTANO

RIT. Beati quelli che ascoltano
la Parola di Dio e la vivono ogni giorno.

1. La tua parola ha creato l’universo,
tutta la terra ci parla di te Signore. RIT.

2. La tua Parola si è fatta uno di noi,
mostraci il tuo volto, Signore. RIT.

3. Tu sei il Cristo, la Parola di Dio vivente,
che oggi parla al mondo con la Chiesa. RIT.

4. Parlaci della tua verità, Signore:
ci renderemo testimoni del tuo insegnamento. RIT.
137. ANNUNCEREMO CHE TU

RIT. Annunceremo che Tu sei verità
lo grideremo dai tetti delle nostre città,
senza paura anche tu
lo puoi cantare. (bis)
E non temere dai
che non ci vuole poi tanto
quello che non si sa
non resterà nascosto.
Se ti parlo nel buio
lo dirai alla luce
ogni giorno è il momento di credere in Te. RIT.
Non ti abbandono mai
Io sono il Dio fedele,
conosco il cuore tuo
ogni tuo pensiero mi è noto.
La tua vita è preziosa
Vale più di ogni cosa,
è il dono più grande del mio Amore per te.
E con coraggio tu,
porterai la Parola che salva
anche se ci sarà
chi non vuole accogliere il dono.
Tu non devi fermarti
ma continua a lottare il mio Spirito sempre ti accompagnerà.
138. DANZA LA VITA

Canta con la voce e con il cuore,
con la bocca e con la vita,
canta senza stonature,
la verità…del cuore.
Canta come cantano i viandanti: (canta come cantano i viandanti)
Non solo per riempire il tempo, (non solo per riempire il tempo)
Ma per sostenere lo sforzo. (ma per sostenere lo sforzo)
Canta e cammina (2 volte)
Se poi, credi non possa bastare,
segui il tempo
stai pronto e…

RIT. Danza la vita al ritmo dello spirito oh
Danza, danza al ritmo che c’è in te.
Spirito che riempi i nostri
cuor. Danza assieme a noi
Cammina sulle orme del Signore
Non solo con i piedi ma
Usa soprattutto il cuore
Ama… chi è con te.

Cammina con lo zaino sulle spalle:
(cammina con lo zaino sulle spalle)
La fatica aiuta a crescere (la fatica aiuta a crescere)
Nella condivisione (nella condivisione)
Canta e cammina (2 volte)
Se poi, credi non possa bastare,
segui il tempo
stai pronto e…
139. STUPORE DI UN NUOVO CANTO

E mi stupisce svegliarmi nel suono di un nuovo canto,
d’un coro di gente e non so cos’è.
È una scoperta nuova di un’armonia che nasce
è un gesto antico che non ricordo
se è presente o passato o forse è tornato
ma certo che è vivo ed è dono non chiede ma dà.

RIT. Guarda ciò che ora farò con te se vuoi
quelle terre in dono tu avrai.
Guarda quello che ti darò,
sarà vero stupore per te, sarà vero stupore per te.
E mi stupisce sentire che non è per caso
che vivo che sento che provo qualcosa di grande.
Grande come una sfida, forte come certezza
e mi stupisce ma lontano va verso terre nascoste
non riesco a staccarmi dal suo abbraccio forte,
più forte del vento e risponde.
E mi stupisce ed è strano scoprire d’un tratto
che avevi già in mente la strada che ho scelto da me.
Non è lasciarsi andare potrei dimenticare
non lascerò che il vuoto ritorni in me se avrò sempre presente
che tu ami vincendo la voglia
che ho d’inventare un futuro da me.
140. OGGI TI CHIAMO

Oggi ti chiamo alla vita,
t’invito a seguirmi, a venire con me.
Apri i tuoi occhi, il tuo cuore,
dimentica tutto e segui me.
E non avere più paura di lasciare quel che hai:
il senso vero della vita troverai.

RIT. Seguirò la tua Parola, mio Signore, io verrò,
con la mano nella tua sempre io camminerò;
dammi oggi la tua forza ed il tuo amore.
Canterò canzoni nuove, canterò felicità,
ed il fuoco del tuo amore nel mio mondo porterò,
canterò che solo tu sei libertà.
Oggi ti chiamo all’amore,
t’invito a seguirmi, a stare con me.
Apri le porte del cuore,
allarga i confini del dono di te.
Accogli tutti nella pace con fiducia e verità:
l’amore vero ti darà la libertà.
Oggi ti chiamo alla gioia,
t’invito a seguirmi, a venire con me.
Sai quanto vale un sorriso:
può dare speranza a chi non ne ha.
La gioia è segno della vita che rinasce dentro te.
e annuncia ad ogni uomo pace e libertà. RIT. 2v.
141. VERBUM PANIS

1.Prima del tempo,
prima ancora che la terra
cominciasse a vivere,
il verbo era presso Dio.
Venne nel mondo,
e per non abbandonarci
in questo viaggio ci lasciò,
tutto sé stesso come pane.

RIT. Verbum caro factum est
Verbum panis factum est
Verbum caro factum est
Verbum panis factum est.
Qui spezzi ancora il pane in mezzo a noi
E chiunque mangerà
non avrà più fame.
Qui vive la tua chiesa intorno a te,
dove ognuno troverà
la sua vera casa.
Verbum caro factum est, verbum panis factum est
Verbum caro factum est, verbum panis.

2.Prima del tempo,
Quando l’universo
Fu creato dall’oscurità,
il Verbo era presso Dio.
Venne nel mondo
Nella sua misericordia
Dio ha mandato il figlio suo
tutto se stesso come pane.
Verbum caro factum est
Verbum panis factum est. [x2]
142. VOGLIO ESALTARE

Voglio esaltare il nome del Dio nostro:
è lui la mia libertà.
Ecco il mattino, gioia di salvezza:
un canto sta nascendo in noi.

RIT. Vieni, o Signore, luce del cammino,
fuoco che nel cuore accende il “sì”!
Lieto il tuo passaggio ritmi la speranza,
padre della verità.

Voglio esaltare il nome del Dio nostro:
grande nella fedeltà.
Egli mi ha posto sull’alto suo monte,
roccia che non crolla mai.

Voglio annunciare il dono crocifisso
di Cristo, il Dio con noi.
Perché della morte lui si prende gioco,
Figlio che ci attira a sé!
143. FONTI DI NAZARET

Fonti di Nazareth dite se l’avete vista passare
Una donna che non era come le altre con un bimbo per la mano?
Si l’abbiamo vista ed era bella il suo nome era Maria
Era sposa di un uomo chiamato Giuseppe della casa di Davide.
Il suo viso era dolce come vento d’aprile
Il suo passo leggero come passo di danza
E suo figlio era bello come raggio di sole
E il suo cuore era tutto per Lui
Strade di Galilea dite se l’avete visto passare
un uomo che non era come gli altri che parlava un linguaggio nuovo?
Si l’abbiamo visto predicare lo seguiva tanta gente
Forse perché Lui moltiplicava i pani e parlava con autorità
E scacciava i demoni e sanava i lebbrosi
Dava ai ciechi la vista ed ai sordi l’udito
E gli zoppi saltavano come gazzelle
Ed i muti cantavano “Gloria al Signor”
Gente del Golgota dite se l’avete visto passare
condannato e deriso dalla gente, dagli amici abbandonato?
Si l’abbiamo visto ed era stanco sotto il peso della croce
Piangeva la sorte di Gerusalemme e i peccati dell’umanità.
E il suo capo fu offeso e coronato di spine
Il suo corpo spezzato come un pezzo di pane
E il suo sangue bruciava come fuoco che arde
Quando il cuore dell’ultima offerta si aprì
Figlie di Israele dite se l’avete visto passare
l’uomo che avevano crocifisso e che dicono risorto?
Si l’abbiamo visto ed era vivo ha parlato insieme a noi
Quell’uomo che ha vinto perfino la morte davvero è il Figlio di Dio
Siamo andate a cercarlo nel primo mattino
Ma la pietra era accanto e il sepolcro era vuoto.
Non cercate fra i morti Colui che è vivo
Il Signore è risorto, è per sempre con voi
Non cercate fra i morti colui che è vivo…..
Colui che è vivo.
144. SU QUESTO ALTARE

RIT: Su questo altare noi ti offriamo, Signore, la vita;
nelle tue mani deponiamo i nostri doni:
tu li trasformerai in cibo di vita eterna
tu li trasformerai in bevanda di salvezza.

Per questo pane, o Signore, benedetto sei tu;
frutto della terra e del nostro lavoro, lo presentiamo.
Frutto della terra e del nostro lavoro, lo presentiamo a te RIT

Per questo vino, o Signore, benedetto sei tu;
frutto della vite e del nostro lavoro, lo presentiamo a te.
Frutto della vite e del nostro lavoro lo presentiamo a te.
145. COME TI AMA DIO

Io vorrei saperti amare come Dio
che ti prende per mano ma ti lascia anche andare.
Vorrei saperti amare senza farti mai domande,
felice perché esisti e così io posso darti il meglio di me.

RIT: Con la forza del mare, l'eternità dei giorni,
la gioia dei voli, La pace della sera,
l'immensità del cielo: come ti ama Dio.

Io vorrei saperti amare come ti ama Dio
che ti conosce e ti accetta come sei.
Tenerti fra le mani come voli nell'azzurro,
felice perché esisti e così io posso darti il meglio di me.

Io vorrei saperti amare come Dio
che ti rende migliore con l'amore che ti dona.
Seguirti fra la gente con la gioia che hai di dentro,
felice perché esisti e così io posso darti il meglio di me.
146. SONO QUI A LODARTI

Luce del mondo nel buio del cuore
Vieni ed illuminami
Tu mia sola speranza di vita
Resta per sempre con me

RIT.Sono qui a lodarTi, qui per adorarTi
Qui per dirTi che Tu sei il mio Dio
E solo Tu sei Santo, sei meraviglioso
Degno e glorioso sei per me

Re della storia e Re della gloria
Sei sceso in terra fra noi
Con umiltà il Tuo trono hai lasciato
Per dimostrarci il Tuo amor. RIT.

Io mai saprò quanto Ti costò
Lì sulla croce morir per me
Io mai saprò quanto Ti costò (x3) RIT.

147. COME UN PRODIGIO

Signore tu mi scruti e conosci
Sai quando seggo e quando mi alzo
Riesci a vedere i miei pensieri
Sai quando io cammino e quando riposo
Ti sono note tutte le mie vie
La mia parola non è ancora sulla lingua
E tu, Signore, già la conosci tutta

RIT: Sei tu che mi hai creato
E mi hai tessuto nel seno di mia madre
Tu mi hai fatto come un prodigio
Le tue opere sono stupende
E per questo ti lodo

Di fronte e alle spalle tu mi circondi
Poni su me la tua mano
La tua saggezza, stupenda per me
È troppo alta e io non la comprendo
Che sia in cielo o agli inferi, ci sei
Non si può mai fuggire dalla tua presenza
Ovunque la tua mano guiderà la mia RIT.

E nel segreto tu mi hai formato
Mi hai intessuto dalla terra
Neanche le ossa ti eran nascoste
Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi
I miei giorni erano fissati
Quando ancora non ne esisteva uno
E tutto quanto era scritto nel tuo libro RIT.
148. ECCO CI SARA'

Si rallegrino il deserto e la terra arida,
esulti e fiorisca la steppa,
canti con gioia, canti con giubilo,
le è data la gloria del Libano,
essi vedranno la gloria del Signore.
Irrobustite le mani fiacche,
rendete salde le ginocchia vacillanti
e dite agli smarriti di cuore.

Rit: Ecco ci sarà una strada appianata,
un cammino chiamato 'Via santa'
e su di essa ritorneranno
i redenti dal Signore.
i redenti dal Signore.

Su, coraggio, non temete,
ecco il vostro Dio viene,
Egli viene per salvarvi.
Allora si apriranno gli occhi dei ciechi,
si schiuderanno gli orecchi dei sordi,
anche lo zoppo salterà come un cervo,
griderà di gioia la)ingua del muto.
Irrobustite le mani fiacche,
rendete salde le ginocchia vacillanti
e dite agli smarriti di cuore

Rit: Ecco ci sarà una strada appianata,
un cammino chiamato 'Via santa'
e su di essa ritorneranno
i redenti dal Signore.
i redenti dal Signore.

Felicità splenderà sul loro capo
e dimenticheranno
la tristezza e il pianto.
Vedrete scaturire sorgenti nel deserto
e copiosi torrenti nella steppa
e la terra bruciata e selvaggia
divent~re un giardino irrigato.
Irrobustite le mani fiacche,
rendete salde le ginocchia vacillanti
e dite agli smarriti di cuore.

Rit: Ecco ci sarà una strada appianata,
un cammino chiamato 'Via santa'
e su di essa ritorneranno
i redenti dal Signore.
i redenti dal Signore.
149. MAGNIFICAT

Dio ha fatto in me cose grandi, Lui che guarda l’umile servo
e disperde i superbi nell’orgoglio del cuore.

RIT. L’anima mia esulta in Dio mio Salvatore (2 v.). La sua salvezza canterò.
Lui onnipotente e santo, Lui abbatte i grandi dai troni
e solleva dal fango il suo umile servo. RIT.

Lui, misericordia infinita, Lui che rende povero il ricco
e ricolma di beni chi si affida al suo amore. RIT.

Lui, Amore sempre fedele, Lui guida il suo servo Israele
e ricorda il suo patto stabilito per sempre. RIT.
150. MERAVIGLIOSO SEI

Meraviglioso sei
Chi è pari a Te, Gesù?
Solo Tu puoi ristorar
E rinnovar il mio cuor

RIT. Meraviglioso sei
Per l'eternità, il canto mio sarai
Hai conquistato ogni parte di me
Meraviglioso sei

Padre di grazia
Nessun altro è come Te
Tu soltanto puoi guarir
Le ferite che ho
Nel mio cuor RIT.

Io non desidero che Te (x4) RIT.
151. O MARIA CONCEPITA

RIT. O Maria concepita senza peccato
Prega per noi che ricorriamo a te
Prega per noi che ricorriamo a te

Donna della vita e della terra che germoglia
che tutto dona, stupita e silenziosa.
Vergine dei raggi, della fiducia che nulla teme,
del coraggio, che sfida le montagne
per raccontare la bellezza del suo cielo. RIT.

Donna della speranza, che ci doni una medaglia,
un segno d'amore per chi la porterà con fede,
Vergine dei raggi, tu donna dei miracoli
che implori il tuo figlio per chi porterà questo tuo segno
Maria, tu prega per noi. RIT.
152. PANE DI VITA

Pane di vita sei
Spezzato per tutti noi
Chi ne mangia per sempre in te vivrà
Veniamo al tuo santo altare
Mensa del tuo amore
Come pane vieni in mezzo a noi

RIT. Il tuo corpo ci sazierà
Il tuo sangue ci salverà
Perché signor tu sei morto per amore
E ti offri oggi per noi

Fonte di vita sei
Immensa carità
Il tuo sangue ci dona l'eternità
Veniamo al tuo santo altare
Mensa del tuo amore
Come vino vieni in mezzo a noi RIT.
153. RE DEI RE

Hai sollevato il nostri volti dalla polvere
Le nostre colpe hai portato su di te
Signore ti sei fatto uomo in tutto come noi
Per amore
Figlio dell'Altissimo, povero tra i poveri
Vieni a dimorare tra noi

RIT. Dio dell'impossibile, Re di tuttii secoli
Vieni nella tua maestà
Re dei re, i popoli ti acclamano
I cieli ti proclamano re dei re
Luce degli uomini, regna col tuo amore tra noi, noi, noi, noi

Ci hai riscattati dalla stretta delle tenebre
Perché potessimo glorificare te
Hai riversato in noi la vita del tuo Spirito
Per amore RIT.

Tua è la gloria per sempre
Tua è la gloria per sempre
Gloria, gloria
Gloria, gloria RIT.
154. SE SIAMO UNITI

Un raggio di sole ha illuminato la nostra vita
E ci ha svelato il mistero che vive là
Dove gli uomini si amano
E lega terra e cielo, perché

RIT. Se siamo uniti Dio è fra noi
E questo vale, questo vale più
Questo vale più d'ogni tesoro
Che può possedere il nostro cuore.

Vale di più della madre e del padre,
Della casa nostra.
Vale più del lavoro delle nostre mani,
Vale più delle opere dell'umanità,
Vale di più, vale di più.

Dio fra noi vale più della nostra vita,
Dio fra noi vale più dell'anima:
È fuoco che divampa, è vento che trascina,
È gioia che dilaga, è pace che non abbandona mai. RIT.

Vale di più della madre...
Vale più degli amici e dei figli,
Delle nostre cose.
Vale più degli affetti, vale più del tempo,
Vale più dei pensieri e d'ogni nostro affanno,
Vale di più, vale di più.
155. LE TUE MERAVIGLIE

RIT. Ora lascia, o Signore,
che io vada in pace
perché ho visto le tue meraviglie
Il tuo popolo in festa
per le strade correrà
a portare le tue meraviglie!

La tua presenza
ha riempito d’amore
le nostre vite,
le nostre giornate
in te una sola anima
un solo cuore siamo noi
con te la luce risplende
splende più chiara che mai. RIT.

La tua presenza
ha inondato d’amore
le nostre vite,
le nostre giornate
fra la tua gente resterai
per sempre vivo in mezzo a noi
fino ai confini del tempo
così ci accompagnerai. RIT. x2
156. TU SEI LA VITA

Signore, Tu sei la vita
Sei la luce e l'amore
sei l'immagine e la gloria di Dio
il primogenito suo

RIT. E sei venuto tra noi
Signore Gesù sei venuto tra noi
Per dare a noi la vita per l'eternità
Tu sei venuto tra noi

Signore, tu sei con noi
Sei il pane di vita
E chi crede in te in eterno non morrà
Tu dai la vita per noi. RIT.

Tu ci hai dato il tuo Spirito
Il tuo Spirito di vita
La nostra vita allora è nascosta in Dio perché
La nostra vita sei tu. RIT.
157. CHIAMATI PER NOME

RIT. Veniamo da te, chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te, per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

Siamo come terra ed argilla
E la tua parola ci plasmerà
Brace pronta per la scintilla
E il tuo spirito soffierà
C'infiammerà

RIT. Veniamo da te, chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te, per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

Siamo come semi nel solco
Come vigna che il suo frutto darà
Grano del Signore risorto
La tua messe che fiorirà d'eternità

RIT. Veniamo da te, chiamati per nome
Che festa, Signore, tu cammini con noi
Ci parli di te, per noi spezzi il pane
Ti riconosciamo e il cuore arde, sei tu
E noi tuo popolo siamo qui

E noi tuo popolo
Siamo qui
Siamo qui
158. BENEDETTO SEI TU

Benedetto sei Tu, Dio dell'universo,
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo pane,
frutto della terra e del nostro lavoro;
lo presentiamo a Te perché diventi per noi
cibo di vita eterna.
Benedetto sei Tu, Dio dell'universo,
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo vino,
frutto della vite e del nostro lavoro;
lo presentiamo a Te perché diventi per noi
bevanda di salvezza.
Benedetto sei Tu, Signor. (2 volte)
300. PANGE LINGUA

Pànge, lingua, gloriosi
Corporis mystèrium
Sanguinisque pretiòsi,
quem in mundi pretium
fructus ventris generosi
Rex effudit Gentium.

Nobis datus, nobis natus
ex intacta Virgine,
et in mundo conversatus,
sparso verbi semine,
sui moras incolatus
miro clausit ordine.

In supremae nocte coenae
recumbens cum fratribus
observata lege plene
cibis in legalibus,
cibum turbae duodenae
se dat suis manibus.

Verbum caro, panem verum
verbo carnem efficit:
fitque sanguis Christi merum,
et si sensus deficit,
ad firmandum cor sincerum
sola fides sufficit.

Tantum èrgo Sacramentum
venerèmur cernui:
et antìquum documentum
novo cedat rìtui:
praèstet fìdes supplemèntum
sènsuum defectui.

Genitori, Genitoque
làus et jubilàtio,
salus, honor, vìrtus quòque
sit et benedictio:
procedenti ab utroque
compar sit laudatio.
Amen.

Canta, o mia lingua,
il mistero del corpo glorioso
e del sangue prezioso
che il Re delle nazioni,
frutto benedetto di un grembo generoso,
sparse per il riscatto del mondo.

Si è dato a noi, nascendo per noi
da una Vergine purissima,
visse nel mondo spargendo
il seme della sua parola
e chiuse in modo mirabile
il tempo della sua dimora quaggiù.

Nella notte dell'ultima Cena,
sedendo a mensa con i suoi fratelli,
dopo aver osservato pienamente
le prescrizioni della legge,
si diede in cibo agli apostoli
con le proprie mani.

Il Verbo fatto carne cambia con la sua parola
il pane vero nella sua carne
e il vino nel suo sangue,
e se i sensi vengono meno,
la fede basta per rassicurare
un cuore sincero.

Adoriamo, dunque, prostrati
un sì gran sacramento;
l'antica legge
ceda alla nuova,
e la fede supplisca
al difetto dei nostri sensi.

Gloria e lode,
salute, onore,
potenza e benedizione
al Padre e al Figlio:
pari lode sia allo Spirito Santo,
che procede da entrambi.
Amen.

301. TANTUM ERGO SACRAMENTUM

Tantum èrgo Sacramentum
venerèmur cernui:
et antìquum documentum
novo cedat rìtui:
praèstet fìdes supplemèntum
sènsuum defectui.

Genitori, Genitoque
làus et jubilàtio,
salus, honor, vìrtus quòque
sit et benedictio:
procedenti ab utroque
compar sit laudatio.
Amen.

Adoriamo, dunque, prostrati
un sì gran sacramento;
l'antica legge
ceda alla nuova,
e la fede supplisca
al difetto dei nostri sensi.

Gloria e lode,
salute, onore,
potenza e benedizione
al Padre e al Figlio:
pari lode sia allo Spirito Santo,
che procede da entrambi.
Amen.

302. ADORO TE DEVOTE

Adoro Te devote, latens Deitas,
Quae sub his figuris vere latitas:
Tibi se cor meum totum subiicit,
Quia te contemplans totum deficit.

Visus, tactus, gustus in te fallitur,
Sed auditu solo tuto creditur.
Credo quidquid dixit Dei Filius:
Nil hoc verbo Veritatis verius.

In cruce latebat sola Deitas,
At hic latet simul et humanitas;
Ambo tamen credens atque confitens,
Peto quod petivit latro paenitens.

Plagas, sicut Thomas, non intueor;
Deum tamen meum te confiteor.
Fac me tibi semper magis credere,
In te spem habere, te diligere.

O memoriale mortis Domini!
Panis vivus, vitam praestans homini!
Praesta meae menti de te vivere
Et te illi semper dulce sapere.

Pie pellicane, Iesu Domine,
Me immundum munda tuo sanguine.
Cuius una stilla salvum facere
Totum mundum quit ab omni scelere.

Iesu, quem velatum nunc aspicio,
Oro fiat illud quod tam sitio;
Ut te revelata cernens facie,
Visu sim beatus tuae gloriae.

+ Amen.

Adoro Te devotamente, oh Dio nascosto,
Sotto queste apparenze Ti celi veramente:
A te tutto il mio cuore si abbandona,
Perché, contemplandoTi, tutto vien meno.

La vista, il tatto, il gusto, in Te si ingannano,
Ma solo con l'udito si crede con sicurezza:
Credo tutto ciò che disse il Figlio di Dio,
Nulla è più vero di questa parola di verità.

Sulla croce era nascosta la sola divinità,
Ma qui è celata anche l'umanità:
Eppure credendo e confessando entrambe,
Chiedo ciò che domandò il ladrone penitente.

Le piaghe, come Tommaso, non vedo,
Tuttavia confesso Te mio Dio.
Fammi credere sempre più in Te,
Che in Te io abbia speranza, che io Ti ami.

Oh memoriale della morte del Signore,
Pane vivo, che dai vita all'uomo,
Concedi al mio spirito di vivere di Te,
E di gustarTi in questo modo sempre dolcemente.

Oh pio Pellicano, Signore Gesù,
Purifica me, immondo, col Tuo sangue,
Del quale una sola goccia può salvare
Il mondo intero da ogni peccato.

Oh Gesù, che velato ora ammiro,
Prego che avvenga ciò che tanto bramo,
Che, contemplandoTi col volto rivelato,
A tal visione io sia beato della Tua gloria.

+ Amen.

303. O SALUTARIS HOSTIA

O salutaris hostia
quae caeli pandis ostium,
bella premunt hostilia:
da robur, fer auxilium.

Uni trinoque Domino
sit sempiterna gloria,
qui vitam sine termino
nobis donet in patria.

Ostia di salvezza,
che spalanchi la porta del cielo,
aspre battaglie ci stringono da ogni parte;
donaci forza, portaci soccorso!

Al Dio uno e trino
sia gloria in eterno;
Lui ci doni la vita senza fine
nella patria celeste.


Elenco alfabetico  

ACCOGLI I NOSTRI DONI   13
ACCOGLIMI   18
ADESTE FIDELES   103
ADORO TE   135
ADORO TE DEVOTE   302
ALTO E GLORIOSO DIO   82
ALZO GLI OCCHI VERSO I MONTI (Salmo 120)   61
AMARE QUESTA VITA   33
AMATEVI FRATELLI   130
ANDATE PER LE STRADE   5
ANNUNCEREMO CHE TU   137
ASTRO DEL CIEL   106
AVE MARIA (Verbum Panis)   117
BEATI QUELLI CHE ASCOLTANO   136
BEATO L’UOMO (Salmo 1)   68
BENEDETTO SEI TU   158
BENEDETTO SEI TU SIGNORE   14
BENEDICI IL SIGNORE ANIMA MIA   48
BENEDICI O SIGNORE   31
CAMMINERÒ   20
CANONI DI TAIZÉ   56
CANTIAMO TE   44
CANTICO DEI REDENTI   59
CANTICO DELLE CREATURE   28
CHI CI SEPARERÀ (cfr. Rm 8, 35)   91
CHIAMATI PER NOME   157
CIELI E TERRA NUOVA   134
COME CANTO D’AMORE   25
COME È GRANDE   62
COME FUOCO VIVO   122
COME MARIA   39
COME TI AMA DIO   145
COME UN PRODIGIO   147
CON TE FAREMO COSE GRANDI   34
CREDO IN TE   79
CRESCERE CON TE   70
DALL’AURORA AL TRAMONTO   85
DANZA LA VITA   138
DEL TUO SPIRITO SIGNORE   92
DIO S’È FATTO COME NOI   99
DOV’È CARITÀ E AMORE   67
DOVE DUE O TRE   83
DOV’É ODIO   19
ECCO CI SARA'   148
ECCOMI   118
ECCO QUEL CHE ABBIAMO   75
E' GIUNTA L’ORA   65
ESCI DALLA TUA TERRA   69
E SONO SOLO UN UOMO   4
EVENU SHALOM   1
FEDE È   76
FONTI DI NAZARET   143
FRANCESCO VAI   22
FRATELLO SOLE SORELLA LUNA   42
FRUTTO DELLA NOSTRA TERRA   127
GERUSALEMME, GERUSALEMME (Cfr. Is 60)   58
GIOVANE DONNA   40
GRANDI COSE   46
I CIELI NARRANO (Salmo 18)   36
IL CANTO DELLA CREAZIONE   6
IL CANTO DELL’AMORE   86
IL DISEGNO   49
IL PANE DEL CAMMINO   74
IL SIGNORE È IL MIO PASTORE (Salmo 22)   50
IN COMUNIONE   17
INNI E CANTI   112
IO CREDO: RISORGERÒ!   110
IO VEDO LA TUA LUCE   78
ISAIA 11   77
ISAIA 62   128
LA CARITÀ   125
LA GIOIA   21
LA MIA ANIMA CANTA   89
LAUDATO SII O MI’ SIGNORE   7
LE MANI ALZATE   114
LE TUE MANI   113
LE TUE MERAVIGLIE   155
LODI ALL’ALTISSIMO (M. Frisina)   87
LO SPIRITO DEL SIGNORE   119
LO SPIRITO DEL SIGNORE È SU DI ME (Isaia 61)   35
MADRE DELLA SPERANZA   37
MAGNIFICAT   149
MAGNIFICAT   38
MA IL VOSTRO POSTO È LÀ   55
MANI   84
MERAVIGLIOSO SEI   150
MESSAGGIO AI GIOVANI (cfr. 1 Gv 2)   72
MIRA IL TUO POPOLO   95
NEI CIELI UN GRIDO RISUONÒ   100
NOI CANTEREMO GLORIA A TE   98
NOTTE DI LUCE   129
OGGI TI CHIAMO   140
O MARIA CONCEPITA   151
ORA È TEMPO DI GIOIA   24
O SALUTARIS HOSTIA   303
OSANNA AL FIGLIO DI DAVID   120
PACE SIA, PACE A VOI (Gen)   2
PANE DEL CIELO   52
PANE DI VITA   152
PANGE LINGUA   300
PENTECOSTE   60
PERCHÉ TU SEI CON ME (cfr. Salmo 22)   90
PER I COLLI E LE VALLATE   107
PIETRO VAI   26
POPOLI TUTTI   126
PREGHIERA A MARIA   41
PREGHIERA DI SAN DAMIANO   43
PURIFICAMI, O SIGNORE (Salmo 50)   102
QUALE GIOIA   57
QUANDO BUSSERÒ   116
QUANTA SETE NEL MIO CUORE   115
RE DEI RE   153
RE DI GLORIA   93
REGINA COELI   97
RESTA CON NOI   63
RESTA QUI CON NOI   45
RESURREZIONE   66
SALDO È IL MIO CUORE (cfr. Sal 57, Sal 108)   94
SALVE REGINA   80
SALVE REGINA   81
SANTA MARIA DEL CAMMINO   96
SCUSA SIGNORE   47
SEGNI DEL TUO AMORE   16

SE M’ACCOGLI   32
SE NON RITORNERETE COME BAMBINI   133
SERVO PER AMORE   15
SE SIAMO UNITI   154
SIGNORE ASCOLTA, PADRE PERDONA   101
SIGNORE DA CHI ANDREMO   64
SOLO IN DIO   132
SONO QUI A LODARTI   146
SPIRITO DI DIO (consacrami)   12
STUPORE DI UN NUOVO CANTO   139
SU ALI D’AQUILA (Salmo 90)   3
SU QUESTO ALTARE   144
SYMBOLUM '77   54
SYMBOLUM ‘80   27
T’ADORIAM OSTIA DIVINA   108
TANTUM ERGO SACRAMENTUM   301
TE AL CENTRO DEL MIO CUORE   53
TE DEUM   123

TE LODIAMO TRINITÀ   111
TI RINGRAZIO   109
TI RINGRAZIO (amatevi l’un l’altro)   71
TI SALUTO, O CROCE SANTA   121
TU CHI SEI...?   29
TU SCENDI DALLE STELLE   105
TU SEI   124
TU SEI LA VITA   156
TU SEI SANTO (lodi di Dio Altissimo)   88
VENI CREATOR SPIRITUS   9
VERBUM PANIS   141
VI DARÒ UN CUORE NUOVO (Ez 36)   131
VIENI DAL LIBANO   73
VIENI E SEGUIMI   23
VIENI O SPIRITO   10
VIENI O SPIRITO CREATORE   8
VIENI SPIRITO DI CRISTO   11
VIVERE LA VITA   30
VOCAZIONE   51
VOGLIO ESALTARE   142